Algorhythm is a dancer

Facebook sta proponendo un progetto per separare l’offerta delle cose a noi più vicine – amici, parenti – da quella di contenuti di pagine e altre cose “da esplorare”: questo potrebbe aumentare la qualità e varietà dei contenuti editoriali con cui Facebook ci mette in contatto, rispetto alle cose familiari quotidiane, alla nostra piccola bolla. Si chiama “Esplora”, qui è spiegato bene: queste sono invece le prime cose che Facebook mi suggerisce grazie a questa preziosa nuova funzione e che altrimenti mi sarebbero sfuggite. Forse preferisco la bolla.

Altre cose: