Tu chiamale se vuoi

Seguir con gli occhi un airone sopra il fiume e poi
ritrovarsi a votare (…)
Parlar del più e del meno con un rifondatore
per ore ed ore
per sentir che dentro Letta qualcosa muore
E ricoprir di terra una piantina verde
sperando possa
nascere un giorno una rosa rossa
E prendere a pugni un uomo solo
perché è stato un po’ Maltese
sapendo che quel che brucia non son le offese
E chiudere gli occhi per firmare
qualcosa che
è dentro te
ma nella mente mia non c’è
Capire tu non puoi
tu chiamale se vuoi
mozioni

Il Riformista

Noi siamo i buoni, vediamo di dimostrarlo/take 374
Come ho passato le vacanze/Il mio compagno di banco