Notizie che non lo erano sparse

Così, per ricordare con quale sistema di informazione viviamo, metto lì ogni tanto qualche segnalazione almeno sulle notizie più grosse e importanti. In questi giorni è uscito di tutto, contraddetto e smentito il giorno dopo, e poi di nuovo contraddetto... Continua

Colleghi che sbagliano

Margaret Sullivan è una delle più esperte e note giornaliste americane che si occupano di media e giornalismo e cambiamenti nell’informazione: dopo diversi anni al New York Times da due anni e mezzo è al Washington Post e ieri ha... Continua

Ci siamo fatti prendere dal panico

Un saggio sull’aria che tira tra le persone e le società di questi tempi che si chiama Nervous States è uscito lo scorso autunno nel Regno Unito: lo ha scritto uno studioso di politica e sociologia che si chiama William... Continua

Sorvegliare e punire

Molte discussioni che facciamo di questi tempi a proposito di come ottenere dei risultati per il bene comune possono essere ricondotte a un tema più generale e millenario (come direbbe Di Maio), si tratti di come convincere le persone a... Continua

Su Leaving Neverland

Su Leaving Neverland

I termini italiani suonano forse un po’ troppo leggeri, o inesatti per la sensazione: sgradevole? spiacevole? inquietante? scioccante? Il termine inglese in effetti è più adeguato, disturbing. Parlo del documentario in due puntate di due ore sulle accuse di abusi... Continua

Michael Jackson banditi che non lo erano

Michael Jackson banditi che non lo erano

Dite il nome di un quotidiano nazionale (ma anche molti internazionali) e ieri avrà probabilmente pubblicato – spesso nei titoli – la notizia che “la BBC ha bandito le canzoni di Michael Jackson” in seguito alle accuse contenute nel documentario... Continua

Pensavo Peccioli

Pensavo Peccioli

Ok, ne abbiamo fatta un’altra: cioè, il grosso l’ha fatto Peccioli, che è un grazioso paese toscano su un poggio dove da molto tempo si inventano un sacco cose per le persone che ci abitano e anche per quelle che... Continua

La riga

La riga

Ce lo ripetiamo spesso, che alla catastrofe sociale e politica in cui ci siamo messi non è che abbiamo una soluzione: stiamo qui, guardiamo, studiamo, ricostruiamo, proviamo a capire, proviamo a immaginare modi di affrontare le cose diversi da quelli... Continua

Le letture giuste

Le numerose condivisioni e letture del post di Massimo Mantellini sulla annosa sopravvalutazione da parte dei media e di molti osservatori delle competenze digitali del M5S – e la gentile citazione dello stesso post da parte di Michele Serra oggi... Continua

“Una buona dose di ignoranza”, il resto cretini

Ogni volta che qualche politico importante del M5S – e succede praticamente ogni giorno – scrive o dice qualcosa inciampando in catastrofi linguistiche o culturali, si diffonde comprensibilmente un tumulto di derisioni, condivisioni online, battute, scoramenti e darsi di gomito,... Continua

A che santi votarsi

E insomma, tolto chi si perde ancora in capricci ed equivoci sull’uso della parola “élite”, mi pare che le persone progressiste che hanno finalmente cominciato ad affrontare il declino egoista, retrogrado e ignorante delle nostre società e della nostra politica,... Continua

Campanilismi

Approfitto degli apprezzamenti ricevuti da una serie di articoli di divulgazione toponomastica sul Post (e di una goffaggine salviniana) per una piccola comunicazione personale, che esporrò nella forma della conversazione che si svolge quando mi capita di raccontare di essere nato... Continua

Un libro

Un libro

Martedì il Consiglio Comunale di Pisa (dalle ultime elezioni Pisa ha una maggioranza e un sindaco della Lega) ha tenuto un minuto di silenzio per le vittime della Shoah. Un consigliere comunale leghista non si è alzato in piedi a... Continua

Vedrai che passa

Lo abbiamo detto parecchio, che non ci sono soluzioni facili – e magari nemmeno difficili – al problema di correggere il nuovo ordine politico e culturale che abbiamo chiamato «cosa sta succedendo»: quello che ha dentro l’egoismo ignorante e frustrato, risentito,... Continua

Little rocks

Mi ero perso l’altroieri l’intervento del senatore Democratico Michael Bennet contro il suo collega Repubblicano Ted Cruz e in generale contro lo shutdown del governo americano: è uno spettacolo, per contenuti e teatralità spontanea. Continua

Quando parliamo di élite

Quando parliamo di élite

Tra le risposte che Repubblica sta pubblicando all’articolo di Baricco su “popolo ed élite” (diciamo), ha avuto più attenzioni e consensi quella di ieri di Mariana Mazzucato, un po’ perché più polemica, un po’ perché propone letture assai diverse. A... Continua

Cosa è successo

Sarebbe giusto che vi abbonaste a Repubblica, ma siccome è più giusto ancora che leggiate l’articolo di Alessandro Baricco di due giorni fa, linko anche questa scorciatoia (aggiorno: Baricco lo ha messo online). Sempre meglio l’analisi che la proposta, ma sono... Continua

Is this the real life?

Is this the real life?

A Natale del 1981 io e mio fratello ci regalammo la raccolta dei Queen, quella leggendaria raccolta dei Queen: io avevo 17 anni e prima ci eravamo limitati ad alcuni 45 giri senza seguire molto la loro discografia fino ad... Continua

Quando si è cominciato a capire

Metto a verbale questa cosa, una volta per tutte: la storia delle élite, dei media, della politica, dei commentatori, che non si sono accorti di cosa stava succedendo e che hanno sottovalutato quello che sarebbe diventato il successo elettorale del... Continua