Come va con l’opossum

Come va con l'opossum

Accantonando il giudizio sulla crisi di governo e le ragioni o i torti di chi l’ha generata – ormai è avvenuta – per valutare con concretezza se gli arrabattamenti un po’ scomposti dedicati a conservare un governo Conte valgano la... Continua

La polizia sui social network

La polizia sui social network

In questi giorni ho avuto l’impressione che molte persone – dai capi di stato a ognuno di noi – che sono intervenute, o hanno formulato pensieri, sulle limitazioni imposte a Trump dai social network, abbiano spesso buone intenzioni ma reazioni... Continua

Un mistacchio può capitare

Un mistacchio può capitare

Ci sono stati un paio di errori di traduzione – tra i molti – particolarmente vistosi e ingannevoli, sulle maggiori testate giornalistiche italiane in questi giorni. È un vecchio problema di competenza sulle lingue, a cui si aggiungono il più... Continua

Vaccate

Vaccate

Ho provato a trovare una risposta al dubbio di Michele Serra, che nella sua rubrica di oggi si dice scettico sul funzionamento degli algoritmi, dal momento che sui siti che visita (immagino soprattutto quello del suo giornale) compaiono inserzioni pubblicitarie... Continua

I pezzi di Sanpa

I pezzi di Sanpa

Ci sono tante cose dentro la “docuserie” Sanpa che esce domani su Netflix e che racconta quindici anni della storia della comunità di recupero per tossicodipendenti di San Patrignano, dalla sua nascita alla morte del fondatore Vincenzo Muccioli nel 1995.... Continua

Hits 2020

Hits 2020

C’è questa cosa che faccio da 16 anni, per mania statistica e amore per la prevalenza dei fatti sulle opinioni: che non gliene frega niente a nessuno (e io pure copincollo ogni anno questa introduzione), ma ormai sono prigioniero della tradizione.... Continua

Cosa diremo

Cosa diremo

Nel suo appassionato e ammirevole discorso di oggi sull’impegno da mettere nel proteggersi dal contagio, Angela Merkel ha usato a un certo punto un’antica formulazione retorica a cui non siamo più abituati. È interessante, perché il problema delle formule retoriche... Continua

Pensieri da giorno grigio

Pensieri da giorno grigio

Lo dico senza sprezzo e anzi con solidarietà complice: i giornali hanno bisogno di produrre ogni giorno molti articoli, e anche di dedicarsi a molti temi. È il loro business, non diverso da quello della pasticceria che produce ogni giorno... Continua

Monoliti che non lo erano

Monoliti che non lo erano

Devo ammettere di avere seguito pochissimo la storia del “monolite dello Utah” fino a ieri sera, quando ho guardato gli ultimi aggiornamenti. Quindi intervengo sull’unica cosa che ho capito, laterale, e che mi sembra indiscutibile. Non è un monolite. Monolite... Continua

Il senso delle proporzioni

Il senso delle proporzioni

Non sto aggiungendo la mia su cosa debba fare o non fare Mattia Feltri col giornale che dirige, coi suoi rapporti familiari, coi suoi impegni civili. E non sto nemmeno dicendo che si debba impedire con la forza a qualcuno... Continua

Cerchiamo di capirci

Cerchiamo di capirci

Condivido una riflessione un po’ lunga sulle scelte che si possono prendere se ti occupi di informare sulle cose e spiegarle, durante quest’anno complicato. Durante quest’anno complicato ci si è accorti di più dell’esistenza di una zona grigia, incerta e... Continua

Ricordi intorno a Diego

Ricordi intorno a Diego

A parte tutte le altre cose che hanno reso eccezionale il passaggio di Maradona sulla scena di cui tanti di noi erano pubblico, e delle cui cose si è detto e si dirà ancora molto, ho cercato di ricostruire qual... Continua

Gechi e pecore

Gechi e pecore

Quando ero bambino io, dal finestrino della macchina in autostrada vedevo – come milioni di italiani – queste grandi scritte EMOSCAMBIO, su costruzioni o pareti ai lati del percorso. Era un interessante mistero, per me e per molti: quando chiesi... Continua

È già un miracolo

È già un miracolo

Quando allora chiedevo al mio amico Mirco spiegazioni – Mirco aveva un Apple IIe negli anni Ottanta e senza di lui probabilmente non starei scrivendo queste cose in questo blog – su come mai qualcosa non funzionasse come mi aspettavo,... Continua

Il maggioritario del pensiero

Il maggioritario del pensiero

Scenario ipotetico 1. – 200 mila elettori in Florida scelgono di votare Biden invece di Trump: sono circa l’1,6% dei votanti nello stato. Biden vince in Florida. – 240mila elettori in Ohio scelgono di votare Biden invece di Trump: sono... Continua

Non è girato il vento, non ancora

Non è girato il vento, non ancora

Come dicono quelli sfiniti dopo ore di maratone elettorali (alcuni lo dicono anche dopo cinque minuti), “comunque vada a finire un risultato c’è già”. Il risultato è che quello in cui viviamo non ha smesso di essere lo stesso Occidente... Continua

La volta del Fluad

La volta del Fluad

Vedo che è uscito uno studio americano che stabilisce una relazione diretta tra la disinformazione sui vaccini sui social network e il calo delle vaccinazioni, con le conseguenze relative sulla salute delle persone, e sulla loro stessa vita. Ricordo che... Continua

Le notizie di domani

Le notizie di domani

È una delle vecchie barzellette più versatili e definitive su ogni cosa che riguardi il rapporto tra realtà e comunicazione. La reincollo sul rapporto tra scelte del governo e titoli dei giornali in queste settimane. Le corrispondenze sono intercambiabili. Al... Continua

Cosa sarà bene, cosa sarà male

Cosa sarà bene, cosa sarà male

Le elezioni del presidente degli Stati Uniti hanno ricadute che riguardano il mondo intero ed è una banalità, da dire. E sono anche una grandissima storia, avvincente come un film e con personaggi familiari al mondo: ma vera, e con... Continua