Articoli di: Luca Sofri

Difendersi dalle news

Difendersi dalle news

Leggo molti quotidiani. Soprattutto la notte, quando escono le edizioni digitali, tra le 22,30 e l’una. Lo faccio un po’ “per lavoro” e un po’ per la curiosità che molti di noi hanno delle cose, soprattutto se fanno i giornalisti... Continua

Il paese a rischio fascismo

Il paese a rischio fascismo

Nei prossimi mesi sentiremo parlare molto degli anniversari rotondi della presa del potere da parte di Mussolini e del fascismo, nel 1922: cento anni fa l’Italia entrò nel suo periodo più scellerato e criminale di sempre, di cui ancora oggi... Continua

Da adulti

Da adulti

Non mi ha convinto molto l’unanime sprezzo derisorio e un po’ autocompiaciuto nei confronti dei video di insediamento di alcuni politici su TikTok della settimana scorsa. Non tanto perché quei video non meritassero sprezzo e derisione per il loro contenuto... Continua

Grazie per aver viaggiato con noi

Grazie per aver viaggiato con noi

Sedici anni fa scrissi per Internazionale delle osservazioni da viaggiatore sul mercato del lavoro negli Stati Uniti e su quante persone venissero impiegate in lavori di minima competenza e facilmente rimpiazzabili o eliminabili: con ammirazione e preoccupazione insieme. Ogni volta... Continua

Fuori o dentro

Fuori o dentro

Nelle democrazie occidentali contemporanee un partito che aspiri a diventare di maggioranza, e a riuscire quindi a governare con una quota di potere adeguata a perseguire i propri obiettivi, deve per forza comprendere dentro di sé molte posizioni, aspirazioni, visioni... Continua

Fare finta finché non diventa vero

Fare finta finché non diventa vero

C’è in giro, tra le persone di buona volontà, un lugubre scoramento dopo lo sviluppo di ieri delle vicende politiche nazionali. L’impressione è che sia diventata ineludibile una considerazione che non era per niente nuova e che affiora spesso, ma... Continua

Una città per cambiare

Una città per cambiare

Ho controllato, non scrivo del Partito Democratico da un anno e mezzo (l’ultima volta già con un certo distacco, peraltro): vivo bene, in effetti, una volta accettata la convivenza con una stabile sensazione di disincanto. Mi sento come immagino si... Continua

Same old story

Same old story

Siccome il precedente era stato divertente ed esemplare, mi appunto qui un nuovo – meno spettacolare – imbroglio del Fatto nel citare la stampa straniera, e in particolare il Washington Post. Che oggi il Fatto usa per raccontare ai suoi... Continua

Per non essere da meno

Per non essere da meno

Oggi Mattia Feltri prova a dire sulla Stampa la cosa più semplice e vera sul processo Depp-Heard, ovvero che tutto è deragliato scelleratamente, e che quello che deve accadere in un processo – appurare se un reato sia stato compiuto... Continua

La geopolitica senza le persone

La geopolitica senza le persone

L’attenzione e la curiosità nei confronti dei cosiddetti “esperti di geopolitica”, delle loro spiegazioni e considerazioni, delle pubblicazioni vecchie e nuove dedicate alla geopolitica, sono confortanti e benvenute, e sono ammirevoli i tentativi di dare loro risposta da parte degli... Continua

Non ci sono putiniani

Non ci sono putiniani

“Putiniani”, cosa vuol dire? Persone che ammirano Putin come leader politico? Che ne condividono i metodi repressivi e omicidi? Che ne apprezzano le ambizioni di egemonia russa, e che approvano le sue aggressioni militari, sostenendo la necessità di conquiste territoriali... Continua

Il senso di marcia

Il senso di marcia

Ve lo dico, è un post lungo, noioso, puntiglioso, su una storia piccola, personale, insignificante come ne capitano a tutti continuamente. Dico sul serio, se arrivate in fondo direte “e chissenefrega”, quindi fermatevi qui, non è un trucco retorico. Lo... Continua

Non ti disunire

Non ti disunire

Da qualche giorno è in corso sul quotidiano che si chiama il Fatto un dibattito a cui il giornale ha oculatamente – ma anche inevitabilmente – scelto di dare ampio spazio e pubblicità, intorno ad alcune tesi che ha adottato... Continua

Giornalismo e diagnosi

Giornalismo e diagnosi

Ieri mattina ho letto su un grande quotidiano l’intervista a un anziano e illustre psichiatra, interpellato a commentare alcune storie terribili di cronaca nera (“Cosa c’è nella mente di questi padri assassini? Disperazione, autodistruzione, paura di non farcela […] a... Continua

Fischi Times per fiaschi Post

Fischi Times per fiaschi Post

Questa fa ridere. C’è un quotidiano che si chiama Washington Times, a Washington DC: è noto per essere di proprietà della setta del reverendo Moon, la “Chiesa dell’Unificazione”, e per avere posizioni di destra portate avanti con frequenti falsificazioni, promozione... Continua

La parte giusta

La parte giusta

Tra le conseguenze della scarsa abitudine al rigore e all’accuratezza nella gran parte dei media italiani ce n’è una indiretta ma molto importante e grave: ha consentito a chiunque, anche ai peggiori mistificatori e propagandisti in circolazione, di poter accusare... Continua

La guerra è cattiva

La guerra è cattiva

Ci sono cose di cui in Italia è difficilissimo parlare per quello che sono e la discussione è travolta dal superficiale attaccamento a parole vaghe e generiche, spesso usate spregiativamente o enfaticamente per nascondere contesti e sostanze. Gli esempi sono... Continua

Poi che ne so io

Poi che ne so io

Leggo da alcuni giorni, come molti, i dettagli e i commenti sulla storia della ragazza di un liceo romano che si è sentita insultata dal commento della sua professoressa per come si era vestita: anch’io, come molti, ho pensato di... Continua

La democrazia senza un pezzo

La democrazia senza un pezzo

Naturalmente è opportuno e utile che oggi Francesco Costa abbia spiegato – nel podcast Morning – alcune dinamiche legate all’elezione del presidente della Repubblica, e che abbia voluto smontare l’idea che il criterio della scelta sia la “qualità” del candidato... Continua