”Ho perso un’altra occasione buona, stasera”

A Riva del Garda – c’era una festa di radioamatori – mi sono azzardato indiscretamente a dire a Claudio Sabelli Fioretti che le cose che fa indulgono a volte verso il conformismo e la demagogia: non è colpa sua, sono gli altri che lo costringono a disegnarsi così. Fattostà che in un momento appuntito e poetico, complice un barolo, Claudio ha deciso di dimostrare al mondo una capacità di anticonformismo arditissima, e ha scritto delle cose odiose di Vasco Rossi, mostrando il petto e agitando il rastrello. Una volta conobbi una ragazza con simili velleità che arrivò a Pisa e davanti a Piazza dei Miracoli spiegò che tutto quel bianco con tutto quel verde non ci stavano tanto bene. Ed era pure astemia

Claudiosabellifioretti

Radicali liberi