I buoni e i cattivi

Di nuovo in questi giorni è piuttosto sgradevole l’indulgenza – non parliamo dell’improvvisa messa in vacanza del partito della fermezza – che è circolata nei confronti della banda di sgozzatori e assassini che hanno sequestrato Mastrogiacomo, a cui ci si è riferiti come se fossero delle persone con cui accordarsi per risolvere un problema comune. Anche nei giorni scorsi ho pensato ci fossero ragioni di efficacia a suggerire di non esagerare con i toni: ora però, io lo scrivo. Abbiamo trattato – e abbiamo acconsentito al ricatto, ottenendone la benedetta salvezza di Mastrogiacomo – di una banda di assassini e sgozzatori. Esagero con un auspicio inaudito in giro: speriamo che li arrestino