“I giornali non creano le notizie”

Questo è l’attacco di un articolo pubblicato oggi su uno dei maggiori quotidiani italiani. Non pensiate che gli altri siano stati tanto più sobri.

“Come il principe di Condè, Luca Cordero di Montezemolo ha dormito profondamente la notte del suo compleanno. Notte sciroccosa ad Anacapri. Caldo. Cappa di umidità. La luce del mattino filtra piano nella grande stanza da letto di Villa Caprile, dove alloggiano Luca, la moglie Ludovica, le figlie Maria e Guia, i figli del primo matrimonio, Matteo e Clementina detta con affetto Clemi.

Luca si sveglia, le bimbe anche e gli cantano «Happy birthday» e lo riempiono di baci. Solo in quel momento Luca si accorge di avere 60 anni. Accende il telefonino, un vecchio Nokia d’annata. Centinaia di sms lo hanno già intasato, nella segreteria le voci di tanti che contano in Italia, Europa, mondo e tanti che gli vogliono bene. E, appena in funzione, il Nokia si mette subito a trillare. Caffè e telefono. Doccia e telefono. Colazione e telefono. Anche al momento di infilare un magnifico paio di espadrillas capresi rosso Ferrari, le sue preferite, Luca risponde e riflette.”