Morgan

Morgan – nome d’arte di Marco Castoldi – (Milano, 23 dicembre 1972) è un cantante, autore e musicista italiano. È stato compagno dell’attrice Asia Argento, dalla quale ha avuto una figlia, Anna Lou.
Originario di Muggiò, dopo aver interrotto gli studi di pianoforte al liceo Vincenzo Appiani di Monza, si iscrive al liceo classico, che però non concluderà. Consegue la maturità professionale sperimentale (ECA) nel 1993 presso l’Istituto Professionale per l’Industria e l’ Artigianato (IPSIA) Giuseppe Meroni di Lissone. Nel 1986 inizia il suo sodalizio musicale con Andrea Fumagalli (detto Andy), con cui nel 1991, unitamente a Sergio Carnevale e Marco Pancaldi, poi sostituito da Livio Magnini, fonda i Bluvertigo. Nel 2008 diventa un Giudice, anche se a lui non piace questo termine, di X Factor.

Morgan è venuto a fare un concerto alla scampagnata di ascoltatori di Condor (il programma che facciamo su RadioDue con Matteo Bordone tutti i giorni) che abbiamo fatto settimana scorsa. È stato bravissimo, ha suonato il pianoforte in mezzo a un prato alpino tra pioggia e sole, con tutti accalcati intorno per ripararsi sotto il suo ombrellone. Ha suonato le seguenti: Profondo Rosso dei Goblin,
Perfect day di Lou Reed,
Un giudice di De André, 
La sigla della Famiglia Addams,
Morire per delle idee di De André,
Funeral Tango di Scott Walker (già di Jacques Brel),
Life on Mars di David Bowie,
lo spot natalizio della Coca Cola,
Canzone per Natale di Morgan,
Here comes the sun dei Beatles e
Resta cu’ mme di Domenico Modugno. Roba da divertirsi, come essere in gita scolastica. Quando è andato via tutti dicevano “ma che bravo” e chiedevano “ma quanti anni ha?”. Trentacinque, quasi trentasei, dice Wikipedia.

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.

Abbonamento mensile
8 euro
Abbonamento annuale
80 euro
Altre cose: