S’aviss’ fatt’a n’ato

ginoLe dieci domande di Gino a Noemi, tutto vero, da Novella 2000 (e per generosa trascrizione di Simona Siri):

1) Noemi, mi hai amato? Ti ricordi quando ti chiamavo Momy?

2) Perché ai casting dove ti accompagnavo mi presentavi come tuo cugino? Ti vergognavi di me?

3) Perché non hai detto ai tuoi che ho la fedina penale sporca?

4) Ti sei davvero dimenticata delle notti in hotel a Ostia e in Calabria, io, tu e i tuoi?

5) Perché non mi hai detto che maurizio Ciarnò, il signore di cui parlavate a casa tua, è un pezzo grosso della Rai?

6) Ricordi i momenti di tenerezza nella Panda celeste, quella dove mi hai fatto sentire la voce di Berlusconi?

7) Amo il calcio, lo sai. Com’è che non mi hai detto di essere stata alla festa del Milan? Perché non mi hai portato gli autografi dei calciatori?

8) Quando eri a capodanno da Berlusconi, perché certe volte ti negavi al telefono?

9) Chi è questo Domenico Cozzolino che dici di conoscere dal 2006 e che è il tuo fidanzato e che io non ho mai visto?

10) Chi è Fabio per il quale mi hai lasciato? È il calciatore Borriello?

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.

Abbonamento mensile
8 euro
Abbonamento annuale
80 euro
Altre cose:

Un commento su “S’aviss’ fatt’a n’ato

  1. Pingback: S’aviss’ fatt’a n’ato « R&M Project

Commenti chiusi