È chiara questa cosa?

Unico appunto alla rubrica di Filippo Facci sul Giornale di oggi: non mi sembra si possa dire che l’opposizione dia “sempre torto” alla Chiesa.

Sono veramente stufo di dovermi sentire in crescente imbarazzo ogni volta che la Chiesa finisce in prima pagina; stufo di dover scegliere, cioè, tra l’ingoiarmi un’opinione o sentirmi un impudente qualora la esprima, dovermi sentire cioè un mangiapreti nel caso io dica anche delle cose normalissime o addirittura banali. Non è possibile, nel 2009, in uno Stato occidentale, che scrivere di cose vaticane debba ancora essere un problema: questo tentativo di bipolarizzare anche la Chiesa – il governo le dà sempre ragione, l’opposizione sempre torto – è ridicolo e democraticamente fallace: anche perché i sondaggi, i famosi sondaggi, dicono chiaramente che stare col Vaticano e stare con la maggioranza degli italiani non è matematicamente possibile. Testamento biologico, Legge 194, aborto, coppie di fatto, divorzio breve, laicità dello Stato: su questi temi, per esempio, non è la sinistra a pensarla in maniera difforme dal Vaticano: è-la-maggioranza-degli-italiani, e lo è anche la maggioranza degli italiani di centrodestra: è chiara questa cosa?

Altre cose: