Un bel casino

In uno stato di isteria collettiva quale è quello in cui ci hanno portato l’abuso della rete, la cialtroneria dei giornali e quella dei politici, succedono cose assurde. Adesso c’è uno scandalo Facebook-Lega. La cosa ridicola è che il volantino sul “torturare gli immigrati” è un falso che era stato costruito da Mauro Biani per prendere in giro la Lega. Un gruppo di leghisti veneto l’ha trovato in rete e l’ha messo fiero sulla sua pagina di Facebook.
Invece la cosa scema – nella scemenza generale che ammanta ogni cosa che facciano i leghisti – è che si pretende da gente come Bossi e Cota che sappiano cosa avviene sulle pagine dei gruppi leghisti a cui hanno dato l’adesione, va’ a sapere quando e per mano di chi. È la versione web 2.0 del farsi una foto con uno dopo il comizio, e tre anni dopo viene fuori che era un gangster, e la foto sta su tutti i giornali a dimostrare che il comiziante è amico dei gangsters. Dai, diamoci una regolata tutti quanti.
Io non ho la minima idea di cosa avvenga sui (pochi) gruppi di Facebook a cui mi sono iscritto nel passato: ma a scanso di rischi, ora mi cancello da tutti.

2 commenti su “Un bel casino

  1. Pingback: Torturate i redattori | Il blog di lucacicca

  2. Pingback: Gli articoli del giorno suggeriti dal Fazioso Liberale (29-08-09)

Commenti chiusi