Un apostrofo rosa

Raccontando che ora anche a Washington i gay possono sposarsi regolarmente, il Washington Post ha pubblicato in prima pagina la foto di due uomini che si baciano. Diversi lettori hanno protestato. Il garante del giornale risponde

There was a time, after court-ordered integration, when readers complained about front-page photos of blacks mixing with whites. Today, photo images of same-sex couples capture the same reality of societal change.

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.

Abbonamento mensile
8 euro
Abbonamento annuale
80 euro
Altre cose:

3 commenti su “Un apostrofo rosa

  1. Pingback: Un apostrofo rosa « Renzo SamaritaniSchneider

  2. Pingback: Un apostrofo rosa « Vista BloB

  3. Pingback: Links for 10/03/2010 | Giordani.org

Commenti chiusi