Notizie che non lo erano

Diversi siti di news hanno evocato la possibilità di un’imminente richiesta di arresto per Silvio Berlusconi, dopo che il parlamentare del PD Claudio Migliavacca aveva dichiarato che il PD non si sarebbe opposto a una simile richiesta. Ma la procura di Napoli, sospettata di una simile richiesta, ha smentito: “La procura non ha formulato alcuna richiesta di arresto o di altra misura cautelare a carico del senatore Silvio Berlusconi”, ha spiegato il procuratore, Giovanni Colangelo.
Nelle ore dell’elezione di Papa Francesco, alcune agenzie di stampa e siti internet hanno annunciato un incontro con l’ex papa Joseph Ratzinger già nei giorni immediatamente successivi, indicando anche alcune date. Che però non hanno avuto nessuna conferma: sabato invece è stato comunicata ufficialmente una visita del papa a Castel gandolfo, dove si trova Ratzinger, per sabato 23 marzo. Sempre rispetto al nuovo papa, sono circolate diverse notizie rivelatesi false: da una foto in cui dava la comunione all’ex dittatore argentino Videla (ma si trattava di un altro parroco, e il dittatore era stato nel frattempo deposto e incarcerato) a una frase molto offensiva nei confronti del ruolo delle donne, di cui non è stata ricostruita nessuna fonte affidabile, ed era stata messa in circolazione su internet.
Molti siti sportivi, ma anche quelli di alcuni giornali, avevano raccolto dopo la partita Barcellona-Milan la voce che Leo Messi avesse rifiutato di scambiare la sua maglia con quella di El Sharaawy. Ma lo stesso El Sharaawy ha mostrato sul suo account di Twitter la foto della maglia di Messi ricevuta, smentendo la storia.