Che me tocca puntualizza’…

Non è stato facile ricostruire, ma ho trovato la mail di cui parla questo Domenico Naso sul sito di Sabelli sostenendo che “Luca Sofri mi disse che tutti i giovani che sentono dentro il “Sacro Fuoco” del giornalismo sono presuntuosi e idioti (me compreso)”. Che sconosciuti mi chiedano gentili consigli e ricevano gentili risposte (con pochi consigli), e poi vadano in giro a sbandierare polemicamente le mie gentili risposte, passi. Quel che mi ha colpito è la rapidità nell’adeguarsi al grande giornalismo corrente attraverso l’invenzione della citazione. Dev’essere il sacro fuoco

“(…) Sono calabrese. Rimanere a Roma a spese dei genitori per studiare è lecito.
Dopo la laurea non avrò scusanti, dovrò tornare in Calabria, forse
rinunciando al mio sogno.
Le chiedo aiuto. Un consiglio, una dritta. Una mano!
Scrivere è il mio sogno. Non so fare altro. Non posso rinunciare al mio
sogno.

Grazie
Domenico Naso”

“A parte che si può: tutti rinunciamo continuamente a un sacco di sogni. E a parte che diffido di quelli che pensano di avere il sacro fuoco.
Ma sono fatti tuoi. (…)”

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.

Abbonamento mensile
8 euro
Abbonamento annuale
80 euro
“Accà ce brucia ‘a capa”