Piers Faccini – Leave no trace

“Suona la chitarra da quando aveva 13 anni (ne ha 34) e dipinge. Prima del suo manifesto Leave no trace, Piers Faccini (padre italiano, madre e passaporto britannici) si era fatto le ossa folk-hop sulla scena londinese con la poetessa Francesca Beard e altre collaborazioni. Ma Piers lo sconosciuto ci è in realtà familiare, con la sua discendenza da Jack Johnson, Vincent Gallo, Donovan, Murat, Perry Blake… Frequentati dal blues folk, da Pessoa, o dalla canzone napoletana, i suoi testi sonnambuli non risparmiano nessuna confessione. Il ritmo di crociera della piccola dozzina pop folk offerta da Faccini è “piano””. Bruno Bayon, Libération
***