Notizie che non lo erano

Non è “uno dei Power Rangers” l’attore condannato in California per omicidio, come scritto da alcuni siti di news. Ma solo uno che recitò una volta in un episodio della serie, senza peraltro dire una battuta (“Era l’idolo di milioni di ragazzini”, ha scritto invece Corriere.it).

Il Riformista ha definito una bufala la notizia che al prossimo congresso di scacchisti di Dresda si discuterà di cambiare la regola dell’”en passant”. La notizia era uscita sul Mattino e “altri quotidiani”.

Una storia per cui alcuni SMS possono infettare con un virus i telefonini e adirittura permettere che le conversazioni vengano poi intercettate è stata definita “altamente improbabile se non impossibile” da alcuni esperti contattati dal blog Attivissimo.net. La storia era uscita sull’ANSA, sul Quotidiano nazionale e al Tg2 e StudioAperto.

Libero di ieri titolava – sotto l’occhiello “Indiscrezioni” – “Chiude la serie Lost”. E l’articolo riferiva di fans infuriati e proteste per l’annuncio degli autori di chiudere la serie nel 2010. Solo che l’annuncio della scadenza nel 2010 è stato dato ufficialmente l’anno scorso, i fans ne sono a conoscenza da allora, e a quest’ora se ne sono probabilmente fatti una ragione.
Lo stesso Libero, sotto il titolo “Sono solo quattro stupidotti”, sosteneva ieri in prima pagina che gli studenti italiani in sciopero sarebbero “solo qualche migliaio”. Qualcosa mi dice che per giovedì prossimo, giorno dello sciopero generale della scuola, questa si sarà dimostrata una notizia che non lo era.

Altre cose:

Un commento su “Notizie che non lo erano

  1. Pingback: Notizie e assedi inutili » Orientalia4All

Commenti chiusi