Leggersi

Dopo aver raccontato un mese fa ai suoi lettori cosa è Twitter – sia pure confondendo la sua diffusione americana con il caso italiano – oggi Repubblica spiega così lo stesso Twitter: “il sito di chat tramite sms”.
Siccome la mia mamma legge Repubblica e poi fa casino, le lascio un promemoria: Twitter non è un “sito” (ma ha un sito: come Repubblica, che non è un sito), quanto un servizio: volendo, un social network; e non è “di chat”, ma di brevi comunicazioni unilaterali dirette a molti lettori. E gli SMS sono solo uno dei molti mezzi con cui le comunicazioni vengono trasmesse.
Così dice Wikipedia:

Twitter è una rete e un servizio di microblogging che permette agli utenti di mandare aggiornamenti (messaggi di testo, lunghi non più di 140 caratteri) via SMS, messaggeria istantanea, e-mail, il sito di Twitter, oppure varie applicazioni basate sulle API di Twitter (come Twitterrific) 

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.

Abbonamento mensile
8 euro
Abbonamento annuale
80 euro
Altre cose: