Diversi da Caldarola, è un inizio promettente

     Roma, 12 MAG (Velino) – “Sui giornali ho seguito
l’incontro dei cosi’ detti ‘Piombini’, i giovani quarantenni
del Pd che si sono ritrovati anche ieri a Roma. A parte che
io a quarant’anni avevo gia’ due figli di venti e i capelli
bianchi, ma ho voluto comunque leggere attentamente il loro
programma, che, in buona sostanza, consiste solamente nel
voler mandare a casa Marini, Fassino e D’Alema. Beh se
questa e’ la classe dirigente del domani, il domani non c’e’.
La sinistra e’ finita”. Cosi’ Peppino Caldarola a
“Red-azione” su Red Tv intervistato da Piero Sansonetti.