Ghost Bondi

Quelli di Pazzo per Repubblica riportano che Repubblica ha tagliato dei pezzi della lettera del ministro Bondi pubblicata oggi. Lo si può verificare sul sito dei beni culturali, dove sono state messe online le due versioni. La cosa divertente è che hanno ritenuto – con scelta molto poco internet-friendly – di mettere sul sito non il testo in pagina html ma il documento di Word. Dal quale si ricava – controllando le proprietà – una verità non molto sorprendente ma divertente. La lettera non l’ha scritta il ministro della Cultura, ma Angelo Crespi, già direttore del Domenicale e ora in servizio al Ministero; e ha avuto un’ultima revisione da parte di Salvo Nastasi, capo di gabinetto.

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.

Abbonamento mensile
8 euro
Abbonamento annuale
80 euro
Altre cose: