Notizie che non lo erano

La foto pubblicata da un quotidiano messicano la settimana scorsa e ripresa in tutto il mondo come “la prima immagine del volto del subcomandante Marcos” non era del subcomandante Marcos, ma di un italiano che lavora in Messico nella cooperazione e che ha scritto al giornale per smentire e per protestare dei danni ricevuti.
La storia delle false interviste a John Grisham e Philip Roth pubblicate da Libero l’anno scorso continua a gonfiarsi: dopo che Paola Zanuttini sul Venerdì aveva rivelato l’impostura e il New Yorker l’aveva raccontata e dettagliata, di nuovo il New Yorker, ieri, ha trovato in rete decine di interviste fatte dallo stesso giornalista ad altri grandissimi scrittori, che hanno tutti negato di avergli mai parlato. Il giornalista, Tommaso Debenedetti, ha confermato al New Yorker di aver fatto le interviste, ma senza saper esibire nessuna prova, appunto o registrazione.
Nei giorni scorsi diversi quotidiani e siti di news hanno ripreso eccitati la notizia per cui “Al-Qaeda prepara donne kamikaze col seno imbottito di esplosivo”, raccontando di interventi chirurgici in questo senso che riguarderebbero anche i glutei di uomini kamikaze. Sul suo blog attento a questo tipo di bufale, Paolo Attivissimo ha dimostrato l’implausibilità di una simile ipotesi e soprattutto è risalito alle inattendibilissime fonti della notizia: un sito di storie inventate e sensazionalistiche e un tabloid inglese.
Molti giornali hanno raccontato tre giorni fa come nuova la notizia che il governatore della Sicilia Raffaele Lombardo sarebbe indagato per concorso in associazione mafiosa dalla procura di Catania: ma era stata riportata da molti siti catanesi già l’anno scorso.

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.

Abbonamento mensile
8 euro
Abbonamento annuale
80 euro
Altre cose:

2 commenti su “Notizie che non lo erano

  1. Hytok

    A proposito dell’argomento citato in “Aggregami questo”, non linki il pezzo di Attivissimo? ;-)

  2. Luca

    Di solito non linko nelle notizie che non lo erano, perché è una rubrica della gazzetta e la incollo tal quale. Ma se qualcuno me lo ricorda, provvedo.

Commenti chiusi