Il ruggito di Bersani

Sofri, quello anziano, sul Foglio di oggi:

C’è un vecchio leone, se ne sta sdraiato tutto il giorno a riscaldare le ossa al sole. I ragazzini screanzati gli tirano le pietre e i torsoli di mela. Gli impiegati si travestono da cacciatori e si fanno la fotografia col piede sulla sua groppa. I pagliacci lo sfottono. Anche le ragazze ridono delle chiazze vuote nella sua criniera. È così stanco che fatica perfino a scacciare le mosche che gli passeggiano sul muso. Ed ecco che, una volta che stanno proprio esagerando, e gli tirano la coda e le attaccano i barattoli, quello alza la testa, apre l’occhio buono e – ruggisce. Un ruggito vero, o quasi. Poi, divertito dal fuggi fuggi generale, si rimette giù e sogna la foresta. Volevo dire che mi è piaciuto parecchio l’altra sera Bersani, ad Annozero.

Altre cose:

6 commenti su “Il ruggito di Bersani

  1. Pingback: White Bersani « Scialocco

  2. politicaltv

    una discussione aperta sul candidato che può guidare il centrosinistra alle prossime elezioni è uno squarcio di sereno in questo clima cupo. Un percorso che porti a delle primarie della sinistra unita, con candidati credibili e tempistiche azzeccate potrebbe convogliare un’onda positiva in grado di spazzare via Berlusconi e i suoi…
    ci vediamo su http://politicaltv.wordpress.com

  3. Pingback: Il ruggito del leone « Blog del circolo online del PD “Barack Obama”

  4. Pingback: A chi telefona Bersani? | blog_hp | Il Post

Commenti chiusi