Per Enzo, tra l’altro

Da oggi il Post pubblica le strisce quotidiane dei Peanuts e di Doonesbury, unico in Italia, e c’è una lunga storia dietro che nasce da quando alcuni quotidiani italiani pubblicavano i comics come centinaia di altri in tutto il mondo – giurerei su Paese Sera, decenni fa – e prosegue con un esperimento esaurito sul nascere a cui partecipai al Riformista, e prosegue con la pubblicazione di Doonesbury sull’Unità, di cui fui suggeritore e co-curatore assieme a Francesco Costa, ma che poi fu interrotta.
Sui Peanuts, ho nel cassetto da dieci anni un libro intitolato “Tutto quello che so l’ho imparato dai Peanuts”: ma tutti ne sanno abbastanza e ci coltivano rapporti propri. Non serve dire niente. Su Doonesbury ho scritto molte altre volte (e qui c’è molto di quello che serve sapere): una di quelle volte titolai il post così come questo, e vale ancora.

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.

Abbonamento mensile
8 euro
Abbonamento annuale
80 euro
Altre cose: