Notizie che non lo erano

Il giornale egiziano Al-Watan ha pubblicato questa settimana un’intervista all’ex presidente Mubarak ottenuta da un suo giornalista – a suo dire – in una pausa del processo in corso a carico di Mubarak. Mubarak esprimeva giudizi sull’attuale presidente Morsi e situazione dell’Egitto che hanno avuto molto rilievo e attenzione nel suo paese: uno scoop, la prima intervista di Mubarak dalla sua deposizione, ripresa anche da altri giornali in tutto il mondo. Ma il giorno dopo l’avvocato di Mubarak ha negato che l’intervista e la conversazione siano avvenute (il direttore di Al-Watan ha in passato subito accuse e procedimenti penali sull’attendibilità di alcune notizie pubblicate).

La tv pubblica americana PBS ha ricostruito nei giorni scorsi sul suo sito la genesi e la diffusione dell’accusa contro Papa Francesco di essere stato a suo tempo complice di alcuni crimini della dittatura argentina: la ricostruzione ricapitola le smentite e correzioni che diversi siti e giornalisti hanno pubblicato nelle settimane successive, da quelle dell’articolo del Guardian che per primo era stato citato su quelle accuse, alla falsa foto di Bergoglio con Videla diffusa su Twitter tra i molti altri dal regista Michael Moore (che poi ha dovuto correggersi).

Il sito britannico International Business Times ha pubblicato la notizia di un cittadino svedese che sarebbe stato punto molte volte fino a entrare in coma dopo aver tentato di fare del sesso con un alveare di api. La notizia è stata ripresa da altri siti nel mondo e anche da alcuni italiani. Ma era uno scherzo inventato ancora l’anno scorso da un sito satirico svedese e International Business Times ha dovuto pubblicare una smentita.

Che Silvio Berlusconi abbia privatamente annunciato che l’allenatore del Milan Allegri andrà alla Roma e che lo si annuncerà dopo la partita di oggi tra Milan e Siena, è stato riportato da tutti i giornali, ma anche con qualche perplessità (“Il tono a dire il vero è parso scherzoso”, ha scritto la Gazzetta). Qualcuno dei presenti ha anche smentito. Ma che lo abbia detto o no, per sapere se la notizia è fondata basta aspettare fino a domani.