Notizie che non lo erano

Il Corriere della Sera ha dedicato una pagina intera alla “candidatura al Nobel di Roberto Vecchioni”, che effettivamente era una notizia che incuriosiva. Ma un giornalista che si occupa da anni del premio Nobel ha spiegato al sito del magazine RivistaStudio che presunte improbabili “candidature” di questo genere vengono millantate ogni anno approfittando che c’è segretezza per cinquant’anni sulle reali candidature prese in esame dall’Accademia di Svezia. L’autore dell’articolo sul Corriere ha allora risposto che era stato lui a mandare una proposta di candidare Vecchioni al Nobel.
Ha generato interesse presso molti giornali il fatto che la fidanzata di Silvio Berlusconi sia entrata in un negozio di casalinghi a Roma: e molti titoli parlavano del suo essere andata in un negozio “di liste nozze” come un indizio di un prossimo matrimonio (tra l’altro, Berlusconi non è ancora divorziato dalla sua precedente moglie). Lei, interrogata ha però spiegato che aveva comprato “una ciotola per il cane”.
Tre giorni fa moltissimi quotidiani e siti di news hanno annunciato che erano stati trovati dei resti umani (o delle ossa umane) nel relitto della nave Costa Concordia affondata al Giglio (di alcuni passeggeri morti non sono mai stati recuperati i corpi). Ma la notizia è stata poi smentita, sia con versioni che dicono che si trattasse di ossa di animali sia con confuse versioni che dicono che non è chiaro di che ossa si tratti.
L’Ansa ha pubblicato la notizia – ripresa tra gli altri da Corriere, Messaggero e Unione Sarda – per cui secondo un sondaggio “l’89% degli uomini francesi confonde il clitoride, che in francese si dice ”clitoris”, con un’automobile della casa giapponese Toyota”. Ma la notizia era uno scherzo inventato da un sito satirico francese (e dopo ci hanno parecchio sfottuti).