Notizie che non lo erano

Molti siti di quotidiani italiani hanno scritto dell’intenzione della moglie di Michael Schumacher di portarlo a casa dall’ospedale dove si trova e di aver per questo speso 12 milioni di euro per allestire una camera adatta a ospitarlo nelle gravissime condizioni in cui si trova dopo un’incidente sugli sci. Ma la notizia, che aveva come fonte alcuni tabloid inglesi di scarsa affidabilità, è stata smentita come “assolutamente priva di fondamento” dall’agente di Schumacher che tiene i rapporti coi giornalisti.
In un articolo tuttora online a proposito delle liste per le elezioni europee del Partito Democratico, l’Unità, giornale assai vicino a quel partito, ha scritto domenica scorsa: “Ci sarà sicuramente, invece, Marco Tardelli, 60 anni, ex calciatore, campione del mondo ai mondiali del 1982, da sempre vicino alla sinistra, deciso a scendere in campo con il Pd stavolta per giocare la partita delle europee”. La notizia della candidatura di Tardelli è stata quindi ripresa da molti altri giornali, citando la certezza dell’Unità. Ma Tardelli non è invece stato candidato e non era nelle liste ufficiali presentate dal PD qualche giorno dopo.
“Hillary Clinton colpita da una scarpa sul palco” è il titolo di una notizia pubblicata venerdì sul sito del Corriere della Sera: ma come dice lo stesso testo della notizia più sotto, dal suddetto lancio di una scarpa da parte di una contestatrice “l’ex first lady non è stata colpita”.
Il governo italiano ha annunciato – nell’ambito di un’esteso progetto di taglio dei costi – la chiusura di quattro ambasciate all’estero, notizia ripresa come tale da tutti i maggiori giornali: ma come hanno poi indicato diversi commentatori in almeno due delle sedi citate le ambasciate italiane non ci sono, e nelle altre non si tratta di chiusura di ambasciate ma di trasformazione di diverse sedi diplomatiche.