Andarci piano

La vicenda Berlusconi-Noemi è appassionante per molti e fa venire l’acquolina in bocca. Però merita maggiori cautele che mai, e non minori. Il Times ha pubblicato l’altroieri un punto della vicenda piuttosto completo e accurato, che conteneva una frase abbastanza strana e incredibile attribuita alla madre di Noemi, così tradotta dalla sovreccitata stampa italiana, e ripresa da mille blog:

“Papi farà per lei ciò che non ha potuto fare per me”

Ora, come dico spesso e noiosamente, quando una cosa vi suona incredibile, la prima cosa da fare è non crederci, e verificare bene o aspettare che qualcuno verifichi. E infatti, oggi il Times corregge (l’equivoco, poi, è notevole di per sé):

The above report originally quoted Anna Palumbo, the mother of Noemi Letizia, saying that she hoped Silvio Berlusconi could do for her daughter what he did not manage to do for her, implying that she had known Mr. Berlusconi in the 1980s during her early TV career. This quote was, in fact, given to an Italian journalist and was mistranslated in our report. Ms. Palumbo was not referring to Mr. Berlusconi when she said “il Signore”, but to “The Lord”, meaning God. There was, therefore, no implication that she knew Mr. Berlusconi in the 1980s. We apologise for any embarrassment caused. 

update: in serata se ne sono accorti anche i siti di news che ci avevano fatto i titoli, anche se in Italia di dire “ci scusiamo, è stato uno sbaglio” non sono capaci: la versione di alcuni è addirittura “la madre smentisce” o persino “ci ripensa” (malgrado la madre non abbia aperto bocca). Vediamo domani i giornali

update del giorno dopo: il Corriere corregge il titolo di ieri con un titolo. la Stampa con un commentino, Repubblica con un occhiello e quattro righe

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.

Abbonamento mensile
8 euro
Abbonamento annuale
80 euro
Altre cose: