Stampa specializzata

Oggi Libero a pagina 4 attacca Repubblica, a pagina 10 attacca il Fatto, a pagina 14 attacca l’Unità, a pagina 16 attacca Wired

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.

Abbonamento mensile
8 euro
Abbonamento annuale
80 euro
Altre cose:

12 commenti su “Stampa specializzata

  1. Diego Belloni

    Per non parlare del titolo di copertina “Marameo ai Giudici”, che riesce nella difficile impresa di suonare infantile, malavitoso e offensivo allo stesso tempo.

  2. nicoexp

    … mi risulta anche che l’editoriale del direttore in prima pagina riporti raffinate osservazioni sul lavoro de L’Avvenire.

  3. Diego Belloni

    Tuttavia, diamo a Cesare quel che è di Cesare: non era facile colmare il vuoto di cialtroneria lasciato da Feltri.

  4. Pier Online

    Oggi (e ieri e, con ogni probabilità, anche domani) Repubblica, l’Unità, il Manifesto, il Fatto ecc ecc … attaccano Berlusconi. Temo sia il gioco delle parti.

  5. carla

    Cè una progressione matematica: 6 pagine tra Repubblica e il fatto, 4 tra Repubblica e Unità, 2 tra Unità e Wired. Man mano che salivano la scaletta degli odiati perdevano la pazienza.

  6. Luca

    Pier, posto che quei quotidiani sono piuttosto noiosi: un conto è un giornale che attacca il governo del suo paese, un conto è un giornale che dedica una pagina sì e due no ad attaccare gli altri giornali. Sai che gliene frega ai lettori.

  7. Pier Online

    Sul fatto che ai lettori non gliene freghi niente, io non ci giurerei. Ma comunque sottoscrivo in toto il fatto che siano noiosi. Libero compreso. Wired eccettuato.

  8. kriss

    Libero è libero di sparare tutte le cazzate che vuole, finchè vende copie … poi è anche libero di attaccarsi la tram in corsa e finire, magari, a corsa indiana sulle rotaie (partito dell’oddio, per partito dell’odio)

  9. Damiano

    @kriss “Libero vende” sono parole grosse… Il giorno che vinceremo (sembra impossibile, ma verrà) toglieremo i finanziamenti ai giornali e Libero scomparirà. Vabbè, mi sono fatto prendere la mano… Ma è l’entusiasmo per l’apertura ai commenti di Luca.

Commenti chiusi