This is ourselves

(grazie a EmmeBi)

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.

Abbonamento mensile
8 euro
Abbonamento annuale
80 euro
Altre cose:

2 commenti su “This is ourselves

  1. Pingback: per me è meglio questa « Arnaldo Gr

  2. marco schtz

    Devo dire che è stata emozionante, e anche un po’ buffa (Eddie Wedder è entrato come un Jovanotti d’oltreoceano). Ben Harper si è finalmente alzato in piedi, dopo un concerto un po’ monocorde, e ha ricambiato il favore, as usual, rientrando due volte mentre suonavano i Pearl Jam.

Commenti chiusi