Vatican, abbiamo un problema

Pare che o in Vaticano o a Google abbiano letto il mio post di ieri mattina.

Google sotto attacco degli hacker: da alcune ore, qualunque utente inserisca la parola «vatican» all’interno della stringa di ricerca ottiene come primo risultato il link al sito «pedofilo.com». «Stiamo analizzando la situazione e cercando di risolverla quanto prima – ha riferito Google all’Agi -, stiamo valutando le cause, non si è trattato necessariamente di un hackeraggio». Il problema non riguarda soltanto la versione italiana del motore di ricerca. Anche su google.com, cercando «vatican» o «vaticano» esce come primo risultato il sito pedofilo e per secondo quello ufficiale della Santa Sede. A Mountain View stanno lavorando per risolvere il problema che potrebbe essere stato causato da un attacco all’algoritmo che permette al motore di ricerca di indicizzare i contenuti in base alla loro attinenza. (fonte Agi)

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.

Abbonamento mensile
8 euro
Abbonamento annuale
80 euro
Altre cose:

Un commento su “Vatican, abbiamo un problema

  1. cacioman

    Chiamerei quelli di Mountain View anche per risolvere il problema simmetrico: se clicchi su pedofilo prima o poi esce uno del vaticano.

Commenti chiusi