Facciamoci le pere?

18 commenti su “Facciamoci le pere?

  1. dan.galvano

    ok, ci rimbocchiamo le maniche e poi? che vogliamo fare?

    giochiamo al biliardino? dirigiamo il sole24ore?

    la visione del giovane che sembra il figlio di marzullo è impagabile

  2. t_floyd

    ma perché alla fine si alza e se ne va senza dire un parola? Mai spot fu più rivelatore….

  3. Pingback: Bersani, Fazio e la nuova campagna PD | FB & Associati

  4. pierlu

    …e la colonna sonora… lasciamo perdere… l’imitazione di una canzone hard rock (con tutto il rispetto per luciano ligabue)

  5. L.G.

    Veramente poco azzeccata (ci siamo abituati).

    Dico solo una cosa: gli italiani (la maggior parte di essi) già sanno di non vivere una condizione ottimale. Non c’è bisogno che gli venga ricordato ad ogni angolo della propria città con manifesti 3×6.

    Le maniche se le sono già rimboccate da un pezzo e vogliono sentirsi dire che i problemi saranno risolti, non vogliono sentirsi ricordare i problemi.

    Con questi dirigenti la sinistra non vincerà mai (cit.).

  6. massimo codognello

    Le pere sono buone con il formaggio, ma il contadino non lo deve sapere. A noi contadini di città hanno insegnato che non dobbiamo rimboccarci le maniche perchè per il “fare” ci sono quelli che lo sanno fare.
    A noi il compito di lasciar fare e di trastullarci il cervello con cognati, imboccamenti padani, zii assassini e Kakà che torna al Milan, teniamoci le maniche composte e lasciamo fare!

  7. pfra64

    beh effettivamente già che c’era, nell’ultima parte dello spot poteva promettere qualche milione di posti di lavoro, che so, un paio di riforme della giustiza.
    Forse non poteva dire di sconfiggere il cancro, mi sa che quello già è stato detto da altri, ma almeno di sconfiggere le emorroidi.

    Sono incorreggibili, per forza la destra poi vince.

  8. Pingback: Rimbocchiamoci le parole « Sono Storie

  9. Manfredi Pumo

    L’unica cosa che mi piace, visivamente, è l’uscita finale di Bersani sul riff di chitarra. Anche se non c’entra proprio niente con uno spot di un partito, ma vabbè.
    Per il resto, secondo me la campagna è proprio sbagliata di principio, perché sostanzialmente dice “prepariamoci a fare qualcosa”. Ancora. Sono anni che il PD “prepara” futuri migliori. Certo, non essendo al governo non può “fare” cambiamenti sostanziali, ma bisognerebbe puntare comunque su immagini più produttive, non d’attesa… non saprei, non sono un pubblicitario, sono solo un grafico.

  10. BlackSail

    In attesa di qualcuno che “prepari uno spot migliore”, continuiamo ad esercitarci nella critica autolesionista.

    Amen.

  11. pierlu

    @BlackSail
    Non è critica autolesionista: è che lo spot, così com’è, cerca solo di convincere i già convinti. Non penso proprio che chi ha altre idee politiche rispetto a quelle propugnate dal pd (se ha ancora senso parlare di idee politiche di questi tempi), possa rimanere avvinto da questa campagna così tanto da votare per la prima volta (o tornare a votare) il pd.
    Purtroppo è una pubblicità: e come tale non mi pare che funzioni.

  12. Pingback: Al lavoro! « 4Lb3Rt0

  13. Ridenz

    Rimbocchiamoci le maniche è un po’ poco, come promessa: ci manca solo che il PD dichiari che non c’ha voglia di fare un cazzo, e siamo a posto.

    Ma c’è del buono in ogni cosa. Tagliando le scene con Bersani e cambiando il marchio, abbiamo un ottimo spot per l’Avis. ‘Rimbocchiamoci le maniche, doniamo il sangue. Prima che ci facciano pagare pure quello’.

  14. Pingback: Ecco perché la campagna «Rimbocchiamoci le maniche» del Partito Democratico non funziona « vitaliquida

Commenti chiusi