Quanti ricordi

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.

Abbonamento mensile
8 euro
Abbonamento annuale
80 euro
Altre cose:

4 commenti su “Quanti ricordi

  1. sergio62

    d’accordissimo.Il Journal pre-Murdoch era una summa di op-ed veramente penetranti,molto ben sviluppati.ogni tanto tradivo l’IHT per leggerlo,ma ne valeva la pena.

  2. sergio62

    @Sir Robin : certo l’ Herald ha perso molto dalla sua cessazione del rapporto di collaborazione con le newswires e gli editoriali del Washington Post ( nonchè del Miami Herald e del Boston Globe ) . da quando è diventato una mera global edition in formato ridotto del NYT , esprime una sostanziale uniformità di concetti e pareri che non tornano a suo favore.
    Anche se io ho molto nostalgia dell’ ormai cessato The American, un settimanale , all’ inizio pensato solo per ex-pats, diffuso nelle principali città europee alla fine anni ’90, così carino ed innovativo nel suo formato tabloid a colori- articoli analitici sullo sport americano, sulle prospettive dell’ economia , sull’ America e sull’ Europa, sui films del week-end . La pubblicità diceva ( usciva il sabato ) :”Cold outside on Sunday? Stay at home,we’ll deliver you The American “

Commenti chiusi