Lo abbiamo perduto

Johan Vande Lanotte, ora che si è liberato dall’ingrato incarico di formare un governo in Belgio, è andato a sfogarsi in tv parlando d’altro e gli è presa piuttosto bene.

(Per quel che interessa, gli stavano spiegando la storia del computer concorrente a un telequiz americano: lui ha poi detto che si era svegliato molto presto ed era un po’ teso)

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.

Abbonamento mensile
8 euro
Abbonamento annuale
80 euro
Altre cose:

3 commenti su “Lo abbiamo perduto

  1. Carlo Carlini

    Beh, molto , ma molto, meglio che lo spettacolo penoso offerto dai nostri politici che si urlano addosso ogni sera…

  2. tuscanfoodie

    Be’ Carlo, anche no: il Belgio e’ un paese politicamente davvero con le pezze al deretano, molto piu’ dell’italia (lo so, sembra incredibile, ma e’ cosi’). Con politici da barzelletta che fanno interveste mentre sono ubriachi, politici toccati da scandali di pedofilia, politici che semplicemente non riescono a formare un governo a piu’ di 6 mesi delle elezioni.

    Onestamente, dopo averci vissuto 11 anni in Belgio, direi proprio che no, proprio no: molto meglio i politici italiani con tutti i loro difetti.

Commenti chiusi