Per noi

Non miglioreremo l’Italia per gli altri, per quelli che non conosciamo, per gli oppressi vecchi e nuovi: la miglioreremo per noi e i nostri simili, per quelli con cui sentiamo di condividere qualcosa e che vorremo siano sempre più numerosi: se non lo diventeranno, vorrà dire che non avevamo capito niente e non eravamo solo minoranza, eravamo pure fessi, altro che élite.

(Un grande paese, pagina 180)

La morale della storia, se esiste, potrebbe riassumersi così: una bandiera, lingua e storia comune possono certamente stimolare la gente a lavorare insieme in armonia, per una causa comune. Ma così pure il tornaconto personale, nella sua accezione più elevata. Ai massimi livelli di prestazioni — che si tratti di arte, scienza o calcio — questo potrebbe rivelarsi addirittura il fattore preponderante.

(Ian Buruma, Corriere di oggi, bell’articolo su calcio e patrie)

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.

Abbonamento mensile
8 euro
Abbonamento annuale
80 euro
Altre cose: