Wittgenstein

Mad world

I dati in mio possesso sono questi: dopo alcuni rinvii, il disco della reunion dei Tears for fears era stato annunciato per aprile. Erano uscite le recensioni in tutto il mondo, discretamente favorevoli, senza esagerare. In rete si trovavano le... Continua

C’è modo e modo

Io non credo che all’Espresso si debba dimettere nessuno (o meglio, alcuni sì: ma per motivi più longevi). Trovo che il Boston Globe, incorso in un simile e più piccolo incidente, abbia dato un buon esempio: Editor’s Note: A photograph... Continua

Pignolerie

Rosenberg si scrive con la enne, non Rosemberg. Angels in America viene trasmesso in Italia in tre puntate, non in due. Il “carrello” iniziale è su tutta l’America, non solo su New York. Continua

Un Repubblicano per amico

È da quando lessi il lungo racconto su di lui che David Foster Wallace scrisse per Rolling Stone che sono affascinato dal Repubblicano più Democratico del Senato americano. Il fatto che sia molto amico del candidato Democratico che tutti accusano... Continua

La fine del mondo

Pfaal legge in un mio pensiero mattutino. La nostra capacità di digestione e di assuefazione sta finalmente venendo superata dagli eventi. Se uno riesce a fermarsi un momento e a dare un’occhiata in giro, gli appare evidente che il mondo... Continua

Chi lo dice lo dice per sé

Qualche tempo fa ho incollato qui le affascinanti parole di queste “persone conosciute e impegnate”: adesso mi comunicano piuttosto perplessi dal Foglio che le “persone conosciute e impegnate” si ritengono “diffamate”, come scrivono anche sul loro blog. Cioè, si ritengono... Continua