“Fessi”, è termine ambiguo e abusato?

Delle varie scemenze a proposito del gay pride che è capace di partorire a Palermo il “movimento giovanile del Popolo della libertà” che si dà il nome di “Giovane Italia”, vorrei segnalarne una di maggiore originalità (alle altre siamo abituati):

“inneggia ai matrimoni tra omosessuali e al diritto di adozione dei minori, nonché a leggi contro l’omofobia (termine ambiguo e abusato) per limitare la libertà di espressione sul tema dell’omosessualità”

p.s. scusate, leggo meglio: è la posizione di un'”ala della Giovane Italia”, ma non di un’altra. Cioè, c’è il Popolo della libertà, e poi c’è il movimento giovanile del Popolo della libertà, e poi c’è il movimento giovanile del Popolo della libertà di Palermo, e poi c’è l’ala destra del movimento giovanile del Popolo della libertà di Palermo. Saranno migliaia.

5 commenti su ““Fessi”, è termine ambiguo e abusato?

  1. piti

    – Ho un lavoro importante!
    – Quale?
    – Vicesottoposto all’addetto all’aiutante a quello che ripara gli ascensori.

    (Un diario scolastico di B.C., taaanti anni fa)

  2. dan.galvano

    se chiamiamo a caso 100 uomini italiani, quanti secondo voi sposano queste idee?
    sono convinto che almeno 50+1 sono d’accordo.

  3. piti

    Forse su una legge contro l’omofobia, additata dagli ineffabili Italogivanili come limite alla libertà di essere omofobi, si potrebbe trovare un po’ di consenso diffuso.

    Su matrimonio e adozione gay, no.

Commenti chiusi