Fai una giravolta, falla un’altra volta

Confesso che persino uno cinico e sgamato sull’inaffidabilità dell’informazione tradizionale (altro che quella online), è colto da un certo spaesamento di fronte a questo:

Il Giornale:

La Rai è contraria a rendere pubblici attraverso i titoli di coda delle diverse trasmissioni, i compensi di conduttori e ospiti. A quanto apprende l’Agi, sarà il direttore generale Mauro Masi a ufficializzare questa posizione dell’azienda durante l’audizione di oggi in commissione di Vigilanza

Repubblica:

“Sono totalmente a favore”. Il dg della Rai Mauro Masi si pronuncia così, davanti alla commissione di Vigilanza Rai, sulla pubblicazione dei compensi di giornalisti e conduttori nei titoli di coda dei programmi di servizio pubblico.

(si noti che la stessa Repubblica aveva annunciato il no e poi ha cambiato il contenuto dell’articolo: come si evince dalla URL della pagina e ancora di più da quella della versione mobile: m.repubblica.it/mobile/r/homepage/compensi-rai-nei-titoli-di-coda-masi-verso-il-no-al-governo/)

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.

Abbonamento mensile
8 euro
Abbonamento annuale
80 euro
Altre cose:

Un commento su “Fai una giravolta, falla un’altra volta

  1. Gabriele Farina

    Sarà colpa di un’agenzia sbagliata… bisognerebbe continuare a seguire l’evoluzione e vedere chi pubblica cosa… e chi corregge ciò che ha pubblicato.

Commenti chiusi