La rivoluzione sorridendo

Poi qualcuno lo accuserà di poca concretezza, e quando sarà concreto lo accuseranno di scarsa visione, e quando disegnerà scenari lo accuseranno di non pensare all’oggi,  e gli diranno che è troppo per benino, ma si offenderanno quando comincerà a non mandarle a dire, eccetera: ma il testo di Matteo Renzi che convoca il weekend fiorentino della settimana prossima è molto bello.

Non abbiamo grandi ambizioni, insomma. Vogliamo solo fare la rivoluzione. E vogliamo farla con il sorriso sulle labbra di chi vuole bene alla politica e si ritiene umiliato quando ne calpestano la dignità. Meritiamo di più dello squallore di questi anni: tocca anche a noi provare a cambiare la rotta, mettendoci faccia e cuore.

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.

Abbonamento mensile
8 euro
Abbonamento annuale
80 euro
Altre cose:

3 commenti su “La rivoluzione sorridendo

  1. Pingback: Rivoluzione? | TomStardust Diary

  2. marcogallicani

    anche a me piace… è un po’ scout, ma d’altro canto certe cose non cambiano. E lo dico da scout.
    E da scout ho una citazione che mi è sempre piaciuta: è di Danilo Dolci, che la rivoluzione l’ha fatta davvero, per lo meno nelle teste di tanti ragazzi.

    “Chi si spaventa di fronte alla rivoluzione vuol dire che non ha capito niente, la gente non è suolo, è semente.(Danilo Dolci)

Commenti chiusi