Via Osoppo vista da vicino

Vale quel che vale, perché me l’ha scritta una persona che non vuole essere citata, sulla pretesa aggressione milanese di venerdì in via Osoppo.

«Allora… vorrei dire qualcosa a proposito dei fatti avvenuti ieri al mercato di via Osoppo. Io c’ero e la versione di aggressione, calci e pugni è veramente assurda. Nell’imbuto che c’è tra una bancarella e l’altra i sostenitori della Moratti (erano una ventina abbastanza aggressivi – a parte una signora vestita colorata con cui si scherzava insieme ) si facevano largo spostando la gente che era lì per comprare. È vero che c’era il coro dei “buh” e “vai a casa” ma fatto da molta gente normale (non ho visto “squadre” di Pisapia particolarmente aggressive se non una decina di persone per la maggioranza donne). La mamma dell’assessore Rizzi era molto agguerrita e si rivolgeva ai cori dicendo “zitti smettetela”. A quel punto nel procedere del corteo morattiano c’è stato un parapiglia legato a questioni di spazio e il fantomatico “aggressore” ha solo cercato di stare in piedi urtando la signora che è caduta a terra. Ci siamo tutti subito preoccupati di come stesse la signora al punto che io le ho offerto la bottiglietta della mia acqua e il presunto “aggressore” ha subito cercato di chiedere scusa ma non è stato fatto avvicinare. Non c’è stato nessun accanimento contro di Lei anzi a dire il vero non si è neanche avvicinata l’ambulanza che normalmente sosta nelle vicinanze. Dopo alcuni minuti abbiamo visto la signora farsi aiutare ad alzarsi e tutti abbiamo pensato che fosse finita lì. Questo è quello che ho visto e spero che torni un po’ di calma e serenità»

Aggiornamento: Corriere.it ha messo online un’altra testimonianza.

Altre cose:

12 commenti su “Via Osoppo vista da vicino

  1. Esau Sanchez

    scusa, luca, permettimi: come si concilia la diffusione di questa versione di un fatto scritta da un anonimo, neppure di tua conoscenza, con la tua strenua battaglia per le verifiche nel giornalismo?

  2. zuckerman

    Si concilia considerando che questa “versione” non accertata si limita a confutare un nonfatto, che non ha prove – se non la foto della sciura seduta per terra. Un nonfatto viene smentito da una nonversione. Detto questo se passa l’idea che la Rizzi sia stata menata vorrà dire che ogni volta incontrerò sulla mia strada uno stronzo mi siederò per terra e aspetterò che mi si scatti una foto.

  3. stefano b

    Insomma, la fantomatica aggressione delle squadracce di Pisapia ai danni di un’anziana signora pare essere stata smontata.
    Entro sabato prossimo urge trovare un nuovo Tartaglia che compia un gesto più eclatante e visibile

  4. Luca

    Si concilia con ciò che è scritto in premessa e con la mia assunzione di responsabilità sulla credibilità della fonte.

  5. Esau Sanchez

    @luca. Anche il New York Times spesso cita fonti anonime, ma non le mette in dubbio: se ritienevi la tua fonte così credibile e affidabile, non capisco la presa di distanza con quel “vale quel che vale”.

  6. Michele Luzzatto

    Quando ho letto il trafiletto sul Corriere online, ho pensato “oh, bene, la verità viene fuori”.

    Poi ho visto chi era la testimone oculare e ho pensato “uh oh, questa non ci voleva. Un’immigrata. Adesso se ne verranno fuori con gli extracomunitari amici di Pisapia che nascondono la violenza dei sosteniotori di Pisapia”.

    Poi ho pensato “ma ti pare che devo andare a fare questi ragionamenti? La verità è la verità, e quel che è giusto è giusto senza tante strategie”.

    E sono un po’ rabbrividito.

  7. amaryllide

    sarà anche l’extracomunitaria amica di Pisapia che dice una cosa favorevole a Pisapia, ma lei dice di essere pronto a confermarlo in tribunale, ovvero a rischiare l’espulsione, perchè se mente, commette un reato, che può essere usato dalla Questura per negarle il rinnovo del permesso di soggiorno.
    Quelli che dicono che l’aggressione c’è stata, hanno denunciato qualcuno, esponendosi al rischio della controdenuncia per diffamazione?

  8. Zio Dave

    Fra parentesi, la signora in questione, essendo arrivata in Italia quando era bambina, e’ extracomunitaria come io sono neozelandese (ascoltate la sua voce nella testimonianza). Probabile che abbia la cittadinanza italiana.

  9. Pingback: Lo spirito della Statale | Wittgenstein

  10. Pingback: Lo spirito della Statale | Tutte le Ultime News da il ilmiobloggo.net

Commenti chiusi