Con parecchi complici, ma sì

A volte la cosa più banale da dire è semplicemente quella più vera.

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.

Abbonamento mensile
8 euro
Abbonamento annuale
80 euro
Altre cose:

2 commenti su “Con parecchi complici, ma sì

  1. Route 66

    Un titolo meraviglioso, devo dire, dato il doppio senso del verbo usato. Devo ancora leggere il dossier, e spesso trovo che gli articoli dell’economist siano molto approssimativi (il che mi fa dubitare anche della qualita’ delle analisi relative ad altri paesi delle cui situazioni sono all’oscuro). Ma il titolo e’ da 10.

    http://route66inmoto.blogspot.com

  2. braccale

    Ma sì banale, certamente vera in gran parte, forse vera del tutto nella sua sintesi, probabilmente non nell’analisi.
    Quest’icona epigafica e dunque definitiva, dato il peso di chi la pubblica, rischia però di essere pericolosamente consolatoria: suonando da patentino di inettitudine, sarà esibito, da parecchi inetti io-lo-avevo-previsto-ante-literam come autocertificato di attitudine.
    Un interlocutore fesso non dimostra che tu sia brillante, per dire.
    Senza farla lunga, quando la logora classe dirigente che da anni sostituisce la revisione politica con una missione di liberazione – sempre autoassolvendosi dei gravi, irrisolti problemi di identità a sinistra – tenterà di storicizzare lo scacco illiberale che ha li ha privati della giusta gloria, riproponedo, con venti anni di ritardo, la patacca lustra dei giusti sopra gli iniqui, ecco, ricordategli che sono stati bocciati già anch’essi, democraticamente, da tempo.

Commenti chiusi