L’informazione mio cuggino

A seguito di diversi inciampi giornalistici avvenuti nella giornata di ieri e corretti e rivelati da alcuni blog (a proposito di chi è che dà notizie false e chi le verifica, tra media tradizionali e internet) è nata una discussione che oggi ha tirato in ballo anche l’affidabilità della più nota agenzia di stampa italiana, l’Ansa.
Nelle stesse ore l’Ansa dava questa notizia (che ora sta venendo pesantemente messa in dubbio) di cui quello che colpisce è l’inesistente lavoro di verifica o controllo: letto, scritto, fine. La notizia è stata letta su Radio France, che riferisce di un video che all’Ansa non sono neanche andati a cercare.

(ANSA) – ROMA, 28 GIU – Tre monaci francescani del convento di Ghassanieh, in Siria, sono stati decapitati dal Fronte al Nusra, dopo un processo sommario nel quale sono stati accusati di “essere al soldo del regime”.
Lo scrive Radio France International, affermando che il gruppo jihadisti ha pubblicato il video dell’esecuzione sul web. 
Il 23 i jihadisti hanno rapito tre religiosi, tra i quali anche padre Francois, dopo un raid nel convento, poi distrutto.
Poi la ‘condanna’ e la decapitazione.
(ANSA).

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.

Abbonamento mensile
8 euro
Abbonamento annuale
80 euro
Altre cose:

Un commento su “L’informazione mio cuggino

  1. Pingback: Ammettere gli errori altrui | Wittgenstein

Commenti chiusi