Tassisti che non lo erano

Avrete inevitabilmente notato ieri la storia del Primo Ministro norvegese che si è improvvisato tassista per parlare con i clienti e sentire le loro opinioni, storia che ha fatto il giro del mondo in un video.

Beh, viene fuori che i clienti erano stati selezionati e pagati dalla società che ha prodotto il video per la campagna elettorale del premier, che aveva detto loro che avrebbero partecipato a un video per il suo partito (senza dir loro dell’autista speciale).

p.s. intanto, visto che le Notizie che non lo erano sono in ferie un paio di settimane, questa è peggio.

Un commento su “Tassisti che non lo erano

Commenti chiusi