Matteo «Risorsa» Renzi

Enrico Letta, 9 luglio 2013: «Renzi è una risorsa»
Pierluigi Bersani, 3 dicembre 2012: «Renzi è una risorsa»
Alessandra Moretti, 10 luglio 2013: «Renzi è una risorsa»
Massimo D’Alema, 20 luglio 2013: «Renzi è una risorsa»
Roberto Speranza, 2 settembre 2013: «Renzi è una risorsa»
Piero Fassino, 9 luglio 2013: «Renzi è una risorsa»
Erika D’Adda, senatrice PD, 4 maggio 2013: «Renzi è una risorsa»
Giuseppe Lupo, segretario PD Sicilia, 3 dicembre 2012: «Renzi è una risorsa»
Guglielmo Epifani, 20 luglio 2013: «Renzi è una risorsa»
Stefano Fassina, 4 luglio 2013: «Renzi è una risorsa»
Goffredo Bettini, 4 luglio 2013: «Renzi è una risorsa»
Corrado Passera, 17 aprile 2013: «Renzi è una risorsa»
Marina Sereni, 5 marzo 2013: «Renzi è una risorsa»
Gianni Pittella, europarlamentare PD, 18 maggio 2013: «Renzi è una risorsa»
Beppe Fioroni, 15 aprile 2013: «Renzi è una risorsa»
Rosy Bindi, 20 febbraio 2013: «Renzi è una risorsa»
Nichi Vendola, 13 giugno 2013: «Renzi è una risorsa»
Dario Franceschini, 5 luglio 2013: «Renzi è una risorsa»
Ma prima di tutti Billy Costacurta, 1 novembre 2011: «Renzi è una risorsa»

Altre cose:

10 commenti su “Matteo «Risorsa» Renzi

  1. LivePaola

    “Adesso sono diventato una risorsa. Non c’è dirigente del partito che nelle dichiarazioni pubbliche non associ il mio nome all’espressione “risorsa” […] Non vorrei sembrare scaramantico, ma definire un giovane amministratore una risorsa, come minimo gli porta sfortuna. Come minimo, dico. In realtà, “risorsa” è il nome che una generazione di vecchi volponi politici ha deciso di dare a quelli che vanno eliminati. A quelli che vanno fermati, stoppati, calmati”. (“Oltre la rottamazione”)

  2. Pingback: Matteo «Risorsa» Renzi | Wittgenstein « Digito Ergo Sum

  3. Fagal

    Effettivamente é un termine che non ha alcun significato in termine di associazione. Non dice proprio nulla. Anzi, esprime una capacità di comunicazione prossima allo zero (se fatto in buona fede). Come fatto rilevare, il concetto di risorsa, anche etimologicamente, é associato a qualcosa di preesistente che viene semplicemente scoperto o riscoperto. Non mi sembra questo il frangente. Semmai il rischio é con il passare del tempo possa diventare una risorsa. Come riportato da LivePaola, é una tecnica di “cucina” partitica.
    Poi vale sempre la famosa poesia di Kipli (Il Libro de Kipli, Corrado Guzzanti, 1992) “l’unità della sinistra”…

  4. splarz

    Facevano prima a dire “Renzi è a noi alieno, ma ci serve”. Dopo l’avvicinamento di Franceschini fossi in Renzi mi toccherei gli zebedei.

  5. Gianfigliazzi

    Scusate l’ OT, Matteo Renzi con una protervia senza pari sta perpetrando uno dei peggiori scempi che sia mai stato nemmeno pensato in una città come Firenze. In uno dei suoi quartieri popolari storici, nella piazza della chiesa del Carmine, dove sono custoditi gli affreschi del Masaccio, pietra miliare del Rinascimento, vuole costruire un mostruoso parcheggio sotterraneo di tre piani. Un parcheggio di “servizio” non per il quartiere ma per coloro che vogliono andare nel “salotto buono” (quello che, con il provincialismo che lo contraddistingue, lui considera buono: solo perchè ci sono le boutiques delle griffe). Il quartiere è insorto ma non riesce ad avere voce e lui, homo mediaticus, se ne approfitta. Aiutateci!!

  6. Pingback: Links for 14/09/2013 | Giordani.org

Commenti chiusi