Confessioni

C’è Paul Weller, che è una specie di maestro della musica pop per i britannici, e uno che ha fatto ben tre cose completamente diverse e ognuna di successo, nella vita: i Jam, gli Style Council, la sua carriera da solo. Tra queste tre, gli Style Council sono stati quella più inventiva e originale, e che lo ha reso più popolare nel mondo (al paese suo, invece, sono meno convinti). Tra le cose che hanno fatto gli Style Council non si sa dove cominciare, in bellezza. E certe canzoni se le ricordano tutti. Poi però, trent’anni fa oggi, fecero un disco speciale, ancora più originale, senza singoli memorabili, con molto pianoforte, un’arpa, momenti teatrali, cori da musical, del jazz e persino qualcosa di progressive (qui se ne racconta estesamente), prima di tornare più pop nella seconda parte. Si chiamava Confessions of a pop group, e qualcuno non glielo ha mai perdonato, accusandolo di troppe pretese. A noialtri che le troppe pretese le apprezziamo, piace ancora un sacco.

Altre cose: