Lillywhite

Peter Gabriel III; Boy, October, War e How to Dismantle degli U2; Sparkle in the rain dei Simple Minds; due dischi degli Psychedelic Furs e due degli Ultravox; Hard Candy dei Counting Crows; tre dischi di Morrissey; Naked dei Talking Heads; Dirty Work dei Rolling Stones. Sono solo una piccola parte dei dischi prodotti da Steve Lillywhite, uno dei pochi nomi famosi nella sua categoria professionale, e non famoso abbastanza. Sono andati da lui in tantissimi, lui ha messo le mani nel pop-rock degli ultimi tre decenni, e quest’anno la regina d’Inghilterra lo ha quindi fatto Comandante dell’Ordine dell’Impero Britannico. Per aggiungere storia alla storia, nel 2000, in Messico, sua moglie Kirsty McColl – corista di molti famosi e protagonista di una sua piccola fama – fu uccisa da un motoscafo durante un’immersione, in una storia rimasta a lungo misteriosa e controversa.
Lillywhite ora ha 57 anni e ancora molti dischi su cui lavorare: ha appena prodotto il nuovo disco della Dave Matthews Band, gente che stravende meritatamente negli Stati Uniti mentre qui non se li fila nessuno: dopo aver lavorato con loro nei primi dischi. Con quello dei Killers, che esce questa settimana, si potrebbe trovare con due titoli ai primi due posti della classifica americana.
Meglio sempre tenerlo a mente, il nome: Lillywhite.

Altre cose:

Un commento su “Lillywhite

  1. pizzeriaitalia

    Steve Lillywhite è una persona dal “tocco di Mida” e molte degli artisit che hai elencato devono alla sua produzione buona parte del loro successo. Ricordo la McColl ma non consocevo la sua triste ed incredibile fine.

Commenti chiusi