Una crepa nelle manette

Stamattina a diversi lettori (e non solo lettori) di Repubblica sarà andato di traverso il cappuccino. Commento in prima pagina del vicedirettore sull’inchiesta contro il sindaco di Lodi.

In questo caso, il giudice anticipa esplicitamente la sentenza, negando che ci possano essere “in un’ottica prognostica” attenuanti. E sancisce: “La personalità negativa dei due imputati porta a ritenere con decisa verosimiglianza che gli stessi abbiano potuto sistematicamente gestire la cosa pubblica con modalità illecite”. Si passa dalla presunzione di innocenza alla presunzione di colpevolezza, senza che negli atti ci sia anche una sola traccia di altri crimini.
Ma le conclusioni del magistrato vanno oltre. E teorizzano che per un politico o per un avvocato possa esserci solo l’arresto in carcere. Non è sufficiente sospendere il sindaco dall’incarico, interdire il legale o mandare entrambi ai domiciliari perché “la conoscenza che hanno degli strumenti investigativi, per il ruolo politico sociale rivestito dall’Uggetti e per le cognizioni tecniche proprie del Marini, quale avvocato” impongono la prigione.
Il gip va oltre e ritiene che la cella sia necessaria e indispensabile, esclude persino la custodia a casa con il braccialetto elettronico poiché – scrive – con l’attuale progresso tecnologico “è impossibile monitorare e controllare gli indagati sottoposti agli arresti domiciliari”. Una valutazione sull’obbligo del carcere che può essere applicata a chiunque. E che appare “disarmante e allarmante” quanto gli indubbi comportamenti illeciti del sindaco di Lodi.

Altre cose:

Un commento su “Una crepa nelle manette

  1. Julian B. Nortier

    Sempre bene avere presente chi scrive chi: il blogger Sofri è un piddino-cioè vota Ps,non credo sia un mistero- e renziano-cioè non vede alternative oggi a Renzi.Quindi,questo garantismo a breve gittata,cioè quando è coinvolto il partito di riferimento,stride un pò con il silenzio avvenuto in tante altre occasioni.Il Pd è un partito corrotto,ma ormai-renziani come Sofri a parte-quasi tutti paiono in grado di capirlo;nonostante peana di Repubblica e relativi post it da web.
    Ve ne farete una ragione,non siete diversi dagli altri,semmai peggiori,perchè governate,malamente ma convintissimi del contrario,figli di splendidi ideali da boschi cedui,che però poi si perdono nel riff di lamenti alla giusta opera della Magistratura.Bello-e grottesco-ripensare che quando il Pd era indicato solo di striscio,il gruppo dirigente di allora(non renziano) diceva le stesse cose che ora dicono i 5 S.

Commenti chiusi