Da paura

Un esempio piuttosto vistoso della linea editoriale “allarme, enfasi e terrore” che ispira i maggiori quotidiani italiani è il confronto tra le prime pagine europee di oggi. I quotidiani italiani danno grande spazio a una frase di Alexis Tsipras confezionata in modo da suggerire ai lettori catastrofiche e radicali rotture con l’Unione Europea di cui tutti facciamo parte e da annullare completamente il significato preciso e limitato di quella frase. In tutto il resto d’Europa, invece, i maggiori quotidiani trascurano del tutto questa lettura – e ritengono di ignorare completamente quelle parole -, dedicando spazi più o meno rilevanti (o anche nessuno) alle elezioni greche in prima pagina, ma concentrandosi su temi più generali, meno passeggeri, e meno strillati. Quella spaventosa “rottura dei patti” è un pensiero solo per noi, in tutta Europa (“Tsipras sfida l’Europa”, ma l’Europa non se n’è accorta, si direbbe): probabilmente è perché siamo i più furbi di tutti.

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.

Abbonamento mensile
8 euro
Abbonamento annuale
80 euro
Altre cose:

6 commenti su “Da paura

  1. Piero Petri

    C’è anche da considerare l’ipotesi per cui i giornali italiani danno più spazio alle elezioni greche dei loro corrispettivi europei, non per allarmismo, ma per una semplice comunità di interessi tra Italia e Grecia, per esempio sul rigore finanziario, diversamente da paesi più solidi economicamente, come Inghilterra e Germania.

  2. Pingback: Da paura | Wittgenstein | NUOVA RESISTENZA

  3. Luca Sofri

    Grazie, considerata: qui non si parlava di dimensione dello spazio, ma della sua qualità. Gli altri quotidiani europei che ne parlano in prima pagina ignorano, ripeto l’allarme su quelle parole.

  4. rodo

    «Ma verrà il giorno in cui si potrà finalmente parlare delle responsabilità anche delle élites culturali nella crisi italiana. I politici hanno le loro colpe, ma professori, editorialisti, opinionisti, non possono ritenersi senza responsabilità» (matteo renzi)

  5. Pingback: Cosa è la lealtà, nel PD – Il Post | NUOVA RESISTENZA

  6. dan

    Aldilà dei toni allarmistici, su cui concordo, che sia una notizia rilevante lo testimoniano i mercati e la stampa finanziaria:

    TOKYO (Reuters) – The euro skidded to an 11-year low and stock prices fell on Monday as Greece’s Syriza party promised to roll back austerity measures after sweeping to victory in a snap election, putting Athens on a collision course with international lenders.

Commenti chiusi