Rieducarci

Sul qui noto e arcinoto – ma sempre attuale – tema dei disastri provocati dall’”essere se stessi”, oggi aggiungo all’archivio la saggia considerazione di Michele Serra. Solo pochissime e grandissime personalità possono concedersi il lusso di “essere se stessi” in... Continua

Se lo sapevo non twittavo

C’è una forma che ho imparato chiamarsi “imperfetto ipotetico” di cui parlano tutte le grammatiche, avallandolo come una forma parlata, retorica o informale. Prima che lo scoprissi, recuperando vaghi ricordi liceali, avrei cercato qui di spiegare che nello scrivere io... Continua

Il gigante e la bambina

Il gigante e la bambina

Derek Jeter, uno dei più grandi e amati giocatori di baseball americani, si sta ritirando: nelle sue ultime partite con gli Yankees viene celebrato e salutato ovunque va. Qualche giorno fa a Baltimora, è andato a consegnare una palla a... Continua

Fino a completo esaurimento

Ho quattro spunti sulla finale dei Mondiali che mi pare nessuno abbia ancora usato, e quindi li offro volentieri alla discussione, sarebbe bello che ne nascessero dei tweet, dei titoli, dei commenti, così per arricchire un po’ la conversazione. 1.... Continua

Like a dog

Like a dog

Certo, direte voi, Beethoven è più vecchio. Ma un po’ fa impressione che “A hard day’s night”, il disco dei Beatles, abbia 50 anni il 10 luglio. Non perché dobbiate esserci stati e scuotere la testa sulla vostra età avanzata... Continua

Pusher

Tra le deteriori abitudini dei giornali italiani c’è l’utilizzo di fonti palesemente inaffidabili per costruire notizie false e inventate, e tra queste fonti c’è in particolare il sito del Daily Mail, tabloid inglese di notoria cialtroneria e trashaggine. I media... Continua

Errani è umano

La questione politica delle dimissioni di Vasco Errani da presidente della regione Emilia-Romagna rende palese il groviglio di contraddizioni in cui il PD e i suoi elettori si sono messi in anni di sbrigativi e categorici proclami sul rapporto con... Continua

Stasera mi butto

Stasera mi butto

Se frequentate siti e account di Twitter americani vi siete accorti che a questi mondiali il vecchio tormentone su appassioniamo-gli-americani-al-calcio ha fatto nuovi progressi, per quanto effimeri: c’è un impazzimento generale statunitense per i Mondiali e per la nazionale, con... Continua

Shazam delle persone

Da quando cominciammo a parlarne qui, Shazam è diventata un’app usatissima e familiare, e attivarla ovunque per riconoscere una canzone è ora un gesto spontaneo, scontato. Come se non fossero vicinissimi i tempi in cui dovevamo appuntarci un brandello di... Continua

Maybe I’m just like my mother

Maybe I'm just like my mother

Nel 1984 io di Prince non sapevo quasi niente, malgrado ci fossero già stati 1999 e Little Red Corvette, tra gli altri, e cinque dischi prima. A primavera uscì “When doves cry” e per l’inizio dell’estate cominciò a girare molto... Continua

La pena ad personam per Berlusconi

Soprassediamo sulla stampa specializzata e di settore (di settore antiberlusconismo) che cerca di ridare spazio ossessivamente al suo settore in crisi: enfatizzando qualunque irrilevante esausto mugugno di un uomo fuori dalla scena come se il mugugno stesse per abbattere la... Continua

Yacht Rock

Gli inventori di categorie musicali sono stati sempre preziosi per tutto l’indotto del business della musica: mettere un nome generico sopra canzoni, arrangiamenti e melodie anche molto diversi tra loro è sempre stato fondamentale per aiutare i negozi dei dischi... Continua

Dati alla mano

A proposito di una delle molte deprecabili consuetudini delle redazioni italiane – quella di non accettare rettifiche e correzioni senza voler avere futili e inconsistenti ultime parole – oggi c’è un esempio da manuale su Repubblica, che archivio qui per... Continua

I voti della destra

A prescindere da quel che vale il risultato delle elezioni di Livorno, dal giudizio che si ha su sconfitti e vincitori, eccetera, c’è un aspetto rincuorante nel modo in cui il nuovo sindaco ha ottenuto la maggioranza dei voti: ovvero... Continua

Oltre

Non avevo scritto niente della scelta di Barbara Spinelli di fare il deputato europeo, scelta che platealmente sovverte le cose che lei e altri mi avevano risposto quando avevo detto di come mi sembrasse scorretto e poco democratico il meccanismo... Continua

Farsi di canzoni

Anni fa, quando mi dedicavo a scrivere un libro di playlist – uno dei molti che uscirono in quel periodo di rivoluzioni nella gestione delle canzoni che possediamo e ascoltiamo – mi incuriosii a un aspetto laterale e centrale che... Continua