Coinvolti

Il tema dei rischi per le nostre democrazie e convivenze procurato da una cattiva informazione è diventato attuale e popolare negli ultimi due anni, a causa di due grandi eventi mondiali in cui abbiamo convenuto che l’informazione sia stata mooolto... Continua

Il giornalismo nel lettone

Di recente mi è capitato di riraccontare la storia del filone di articoli giornalistici basati su sondaggi inventati e assurdi, spiegando che è una pratica oggi per fortuna in disuso probabilmente perché internet ha dato molti più strumenti di verifica... Continua

È la democrazia, bellezza

È la democrazia, bellezza

Ho conosciuto Giovanni Orsina a una cena, un anno fa: c’erano altre persone interessanti, ma di Orsina e di un altro commensale – entrambi provenienti da formazioni accademiche e più convenzionalmente “studiosi” – mi diede da pensare l’articolazione e la... Continua

Io, io, io

Tutti noi siamo dentro un tempo di iper egocentrismo e di crollo delle inibizioni a far passare attraverso se stessi ogni cosa, di ricerca di continue affermazioni pubbliche della propria esistenza e rilevanza, di filtro di ogni nostra espressione attraverso... Continua

Unclear, parola esatta

La settimana scorsa sono tornato al museo dell’11 settembre a New York, che è un racconto impressionante e ossessionante di quella storia impressionante e ossessionante, piena di storie dentro e di pezzi e di dettagli. Tra quelli che ho notato... Continua

Qui al bar

Qui al bar

La discussione che si è scatenata intorno all’eventuale appoggio del PD a un governo del M5S è assurda da una parte, per quanto è confusa e prematura; dall’altra, riempie un’inevitabile necessità di chiacchiere per un paese abituato a discutere voci... Continua

Impossibbole

Sulla questione della falsa notizia a proposito della sua candidatura ha scritto estesamente l’interessato, Claudio Cerasa, direttore del Foglio. Due importanti giornali italiani, non importa quali, hanno scritto sulle edizioni andate in stampa il 27 gennaio che il sottoscritto sarebbe... Continua

A domanda risponde

A un certo punto di Notizie che non lo erano avevo ricostruito la serie di incidenti delle interviste di Eugenio Scalfari con Papa Francesco per dire qualcosa su come vengono costruite e trascritte di solito le interviste sui giornali italiani.... Continua

Chi sovvenziona le notizie false

Chi sovvenziona le notizie false

Dopo avere letto questo articolo su Buzzfeed a proposito dei siti italiani che pubblicano notizie false o modificate per ottenere traffico e ricavi pubblicitari o per propaganda politica o incitamento all’odio, sono andato a dare un’occhiata ai siti suddetti. Uno... Continua

Trust

Trust

Negli anni in cui scrivevo settimanalmente di notizie che non lo erano ero spesso indeciso se limitarmi a indicare le notizie inventate sui giornali e la loro smentita, o se oppure descrivere più estesamente i passaggi che mostravano quali fossero... Continua

Colpevoli o responsabili

Nel giro di pochi giorni, la settimana scorsa, ho letto alcuni commenti che contenevano opinioni simili tra loro a proposito delle conseguenze per le democrazie e per le convivenze civili derivate dall’uso e dai funzionamenti di Facebook: è un tema... Continua

Le notizie false trattate seriamente

Il Consiglio d’Europa ha pubblicato una ricerca di un centinaio di pagine commissionata alla non profit First Draft (che si occupa di etica e accuratezza nel giornalismo) e prodotta da Claire Wardle: è dedicata ai “Disturbi dell’informazione” (Information disorder), che... Continua

Poteri deboli

A margine della cosa sulla crisi dell’autorevolezza che avevo scritto qui, aggiungo una piccola riflessione minore. I tre poteri maggiori vigenti nelle nostre democrazie – la politica (legislativa ed esecutiva), la giustizia, l’informazione – sono tutti stati messi in discussione... Continua

Informazioni di Vincent

Per tutto il weekend ho avuto in testa quella vecchia canzone di De Gregori, per via che ero alla festa di Internazionale a Ferrara e c’era Angela Davis: una foto di Angela Davis muore lentamente sul muro Poi dice anche... Continua

Rozza manomissione

Un lettore del Post laureando mi ha segnalato come molte delle cose che notiamo oggi nel linguaggio giornalistico vengano da lontano e fossero state citate in un saggio del linguista Tullio De Mauro contenuto in una estesa Storia della stampa... Continua

La fine dell’autorevolezza

Malgrado la estesa concorrenza, tendo a pensare che il più grande problema del mondo di questi tempi sia la fine dell’autorevolezza, demolita strumentalmente dal concorso di sforzi di chi non la vuole accettare essendone escluso e di chi l’ha tradita... Continua

Quella cosa delle fonti

La lezione preziosa di questa storia è che ora ci possiamo domandare: se è andata come è sospettabile, quante altre volte leggo sui giornali notizie che arrivano strumentalmente da fonti interessate? E possiamo spiegare quanto sia importante quello che a... Continua

Materiali di risulta

Il modo in cui molte delle maggiori testate giornalistiche hanno affrontato finora l’accusa di stupro contro due carabinieri a Firenze è sinceramente incredibile, nel 2017: è come se le pagine di denuncia contro la violenza sulle donne, contro il femminicidio,... Continua

Quello che sappiamo, lo sappiamo dai titoli

Il titolismo è ormai una categoria a sé del giornalismo contemporaneo. Lo è sempre stato, ma negli ultimi anni il distacco e l’autonomia dell’informazione trasmessa attraverso i titoli rispetto a quella propria degli articoli sono cresciuti straordinariamente soprattutto per due... Continua

Chi ha perso, su “Mafia capitale”

Chi ha perso, su "Mafia capitale"

Ricapitoliamo, ci sono tre notizie nella sentenza del processo alla cosiddetta “Mafia capitale”. 1. Sono stati condannati molti degli accusati, e confermate le accuse e i reati individuati dall’accusa. Notizia numero uno. 2. È stato negato il tratto mafioso di... Continua