Articoli su: PD

Veltroni di se stessi

Matteo Renzi, dopo essere stato Presidente della Provincia, cominciò la sua vera carriera di successi diventando sindaco di Firenze nel 2009, anzi stravincendo le primarie per il sindaco di Firenze, con una campagna di aggressiva e vivace contestazione nei confronti... Continua

I gufi di Marino

In un dibattito alla Festa de l’Unità di Reggio Emilia, un mese fa, ho sentito il sindaco Luca Vecchi – che diremmo bersaniano, ed eletto in terre bersaniane – spiegare agli elettori e militanti del Partito Democratico una cosa che... Continua

Il PD, quartultimo

Ogni tanto riscrivo questo stesso promemoria, aggiornato alla contingenza. Detto che la parte lucida di me pensa che il PD sia irrecuperabile, quello che vediamo oggi è: il quarto partito alle elezioni si sta sbriciolando dopo che l’uomo intorno alla cui persona era nato se... Continua

Matteo Renzi nell’intervallo

Come tutti voi, salto le pagine della politica svogliato dal periodo poco eccitante, dalla vacuità della zizzania costruita artificialmente ogni giorno in ogni partito, dalle distrazioni estive: è un po’ come quando si legge dell’Italia dall’estero, ma senza essere all’estero.... Continua

Bradipd

Ora si riparla di Sergio Chiamparino come potenziale segretario del PD. È stato un apprezzato sindaco di Torino, l’ha guidata in una trasformazione apprezzata da tutti ma su cui molti ricordano che i debiti sono ancora da pagare, si è... Continua

Tutti bravi uguali

Su Repubblica di oggi c’è un’intervista a Roberto Speranza, capogruppo del PD alla Camera, indicato come possibile candidato alla segreteria o quel che sarà, in tempi sbriciolati. L’intervistato non dice assolutamente niente, con una capacità di reiterazione e variazione sul... Continua

Un paio di pensieri

Che non c’entrano, ma sono brevi e li metto insieme. Una è l’arruolamento del termine “pacificazione” nel dizionario delle buone parole sputtanate: il PdL ha deciso di farlo soa per fingere che ci sia stata una guerra civile tra fazioni... Continua

Era tutto vero

Lo confesso, quando scrissi questa cosa nel 2011 un angolo di me contava di sbagliarsi. C’è una cosa che è cresciuta nelll’ultimo anno nelle teste di molti sostenitori del Partito Democratico: ed è che quel progetto sia fallito. Sia senza... Continua

Il PD per Emma Bonino, ma senza saperlo

Il PD per Emma Bonino, ma senza saperlo

Alessia Mosca, parlamentare PD. Francesco La Forgia, parlamentare PD. — Francesco Laforgia (@fralaforgia) 16 aprile 2013 Roberto Giachetti, parlamentare PD, vicepresidente della Camera. Scomunicatemi pure ma spiegatemi xchè non si sceglie l’unica persona che da un mese è in testa... Continua

Siam qui a pettinar le bambole

Su qualunque alleanza di governo tra PD o PdL (e dico qualunque, così evitiamo gli equivoci sulle acrobazie e alchimie evocate in questi giorni) abbiamo già scritto sul Post: non che sia sbagliata per ragioni di ostilità preconcetta (meglio: postconcetta)... Continua

Gli elettori del PdL come scudi umani

Una considerazione a margine dell’editoriale del Post, e in risposta all’articolo di ieri di Giuliano Ferrara su cosa dovrebbe fare Bersani: articolo che è interessante perché – tolti tutti i legittimi fastidi personali espressi dall’autore – si riduce a un... Continua

La cultura del remake

Non so se sia vero che si parla seriamente di Pietro Grasso come possibile capo del governo: lo leggo sui giornali, di cui mi fido poco. Ma – lo scrivo per capirsi sul metodo, indipendentemente dal nome – ci sono... Continua

È tutto sotto controllo

Qualunque cosa pensiate del guaio Monte dei Paschi di Siena e del livello di responsabilità del Partito Democratico in quel guaio – fingiamo qui che sia stato un disattento incidente –  io vorrei sentire uno del PD venirmi a dire... Continua

Quella-parola-là

In tutto questo lo scoop della giornata il Corriere ce l’aveva nell’intervista ad Alessandra Moretti, ma non se ne sono accorti neanche loro. Dopo il “non la rubricherei alla voce sconfitta” di lunedì del consigliere di Bersani Miguel Gotor, e... Continua

Ma altro altro altro

Dilaga già, tra una parte dei desolati del risultato del PD alle elezioni, il grido “bisognava candidare Renzi”. Certo che bisognava candidare Renzi. E ci si è provato, a candidare Renzi: per candidarlo il PD ha indetto delle primarie e... Continua

Sensazioni

Una sensazione collaterale alle molte che si aggrovigliano in questa vigilia di scelte elettorali è che alla generale estensione dei dubbi e dei mal di pancia tra gli elettori potenziali del PD abbiano contribuito le stesse primarie del centrosinistra che... Continua

Il PD ci mette una pezza

Non c’è dubbio che i tempi sono stretti, che la campagna elettorale sarà precipitosa e i nomi noti favoriti, che è un primo esperimento e ne usciranno casini, che si rischiano liste bloccate per le primarie invece che liste bloccate... Continua

Il coraggio

«Dove questo partito ha avuto il coraggio di candidare volti nuovi, non abbiamo vinto, abbiamo stravinto, vedi Debora, vedi Matteo» (Alessandra Moretti, vicesindaco di Vicenza, nel 2009; oggi è curatrice della campagna di Bersani contro Matteo Renzi) Continua

Sabotatori di se stessi

Posto che tutto questo agitarsi intorno ai “sabotatori” del centrodestra alle primarie a me sembra un tantino esagerato e spauracchioso, quello che mi pare ancora più eccessivo è il timore dei sostenitori di Bersani. Mi pare infatti di massima condivisibile... Continua

Oplà

Repubblica spiega come è stata risolta la questione del limite dei tre mandati nello statuto Pd: prima lo si intende non come tre legislature, ma 15 anni in Parlamento – il che lascerebbe fuori solamente 28 dei 309 parlamentari del... Continua