Articoli su: Partito Democratico

Avevo detto basta col PD

Pochi, ma qualcuno – malgrado le mie attenzioni – ha interpretato il mio post di due giorni fa come la proposta di abbandonare il PD, sciogliere il PD, rinunciare al PD, cambiare nome al PD o simili. Ci metto poco... Continua

Cosa non mi convince

L’analisi di Francesco Costa non fa una grinza. Le sue conclusioni – basate su estese e convincenti argomentazioni – si possono riassumere così: chi vada a votare per dare al proprio paese il governo migliore (o il meno peggio, che... Continua

La meritocrazia, dicevamo

Fatte due premesse. Che su ogni candidato si hanno giudizi soggettivi e parziali, soprattutto quelli nuovi; e di pochi si può dire – senza parlare solo per se stessi – che siano oggettivamente buoni candidati o cattivi candidati (persino Casini,... Continua

Il mito dell’Ulivo

In estese parti del centrosinistra italiano si è radicato da vent’anni un mito vincente che col tempo si è sfocato in un sogno nostalgico che non ha niente a che vedere con la realtà, né quella attuale né quella di... Continua

L’idea di Pisapia, il PD

La proposta fatta da Pisapia ieri in un’intervista a Repubblica è uno spettacolare esempio di confusione tra un desiderio e una possibilità: e questa confusione è la ragione per cui in tanti hanno (abbiamo) letto quella proposta con curiosità ed... Continua

C’è un limite, passato il limite?

A) “le frasi di Vincenzo De Luca contro Rosy Bindi sono uno spiacevole incidente di cui lo stesso De Luca è il primo a rammaricarsi e scusarsi, frutto di un momento di rabbia in una conversazione che si credeva privata.... Continua

Non si lascia indietro nessuno

La questione del pagamento dei risarcimenti delle cause per diffamazione dell’Unità si è arenata: quando era diventata pubblica un mese fa – visto che nessuno al PD si poneva il problema – ci sono state un po’ di solidarietà, un po’... Continua

Signori, delle tessere

Io ero rimasto che quando ci sono le primarie, le iscrizioni al Partito Democratico salgono straordinariamente: sia perché le primarie implicano un intenso lavoro di votazioni ed elezioni di rappresentanti all’Assemblea a livello locale, con le varie elezioni nei circoli,... Continua

Piombino, 2009

Qualche anno fa ci impegnammo con un po’ di persone in tutta Italia per vedere se ci riusciva di spingere il neonato Partito Democratico verso andamenti più contemporanei e promettenti (lo volevamo “laico, moderno, democratico e di sinistra”, dicevamo allora).... Continua

Il PD, quartultimo

Ogni tanto riscrivo questo stesso promemoria, aggiornato alla contingenza. Detto che la parte lucida di me pensa che il PD sia irrecuperabile, quello che vediamo oggi è: il quarto partito alle elezioni si sta sbriciolando dopo che l’uomo intorno alla cui persona era nato se... Continua

Bradipd

Ora si riparla di Sergio Chiamparino come potenziale segretario del PD. È stato un apprezzato sindaco di Torino, l’ha guidata in una trasformazione apprezzata da tutti ma su cui molti ricordano che i debiti sono ancora da pagare, si è... Continua

Un paio di pensieri

Che non c’entrano, ma sono brevi e li metto insieme. Una è l’arruolamento del termine “pacificazione” nel dizionario delle buone parole sputtanate: il PdL ha deciso di farlo soa per fingere che ci sia stata una guerra civile tra fazioni... Continua

Correnti? Quali correnti?

(ANSA) – ROMA, 9 APR – Sono cinque i vice presidenti del gruppo che l’assemblea del Pd alla Camera ha appena eletto. Sono Paola De Micheli vicario (area Letta), Silvia Velo (giovani turchi), Andrea Martella (area Veltroni), Antonello Giacomelli (area Franceschini) e Gero Grassi... Continua

È tutto sotto controllo

Qualunque cosa pensiate del guaio Monte dei Paschi di Siena e del livello di responsabilità del Partito Democratico in quel guaio – fingiamo qui che sia stato un disattento incidente –  io vorrei sentire uno del PD venirmi a dire... Continua

Il PD ci mette una pezza

Non c’è dubbio che i tempi sono stretti, che la campagna elettorale sarà precipitosa e i nomi noti favoriti, che è un primo esperimento e ne usciranno casini, che si rischiano liste bloccate per le primarie invece che liste bloccate... Continua

Auguri da D’Alema

Pierluigi Bersani ieri ha di nuovo alluso a un luogo comune assai diffuso sui ruoli di alcuni leader del Partito Democratico, e difendendo Massimo D’Alema e altri che subiscono da tempo insistenti pressioni per esaurire la loro carriera parlamentare, ha... Continua

Quattro regole per le regole

Io non credo siano sbagliate le preoccupazioni del PD sui rischi che il risultato delle primarie sia influenzato da votanti che in linea logica non dovrebbero partecipare alla scelta del candidato premier del centrosinistra. È giusto che i veri elettori... Continua

Vincere come a Milano

È tornata a girare, per via di un’intervista di ieri a Repubblica di Giuliano Pisapia, l’idea che la vittoria dell’anno passato del suddetto Pisapia a Milano sia il modello da seguire perché il centrosinistra vinca le elezioni nazionali e crei... Continua

Fenomenologia di Rosy Bindi

Rosy Bindi ha parecchi pregi rari tra i politici nazionali: è intelligente, non è ignorante, è onesta, sa parlare, non è demagoga. Potrebbe essere un pregio anche la sua solida convinzione delle proprie ragioni, l’indifferenza al dissenso, se si accompagnasse... Continua

Cosa è cambiato?

Non sono un fan delle ipotesi che vorrebbero la prosecuzione del governo Monti anche dopo il 2013: è un governo a cui do tuttora fiducia e stima critiche nell’emergenza, ma diciamo che i miei ministri ideali sono diversi e hanno... Continua